Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La città agli occhi dei reggini: “Le mancanze ci sono, tanta bellezza poco valorizzata”| VIDEO

Le testimonianze di alcuni cittadini che vivono Reggio da vicino e da lontano. Amarezza accompagnata a positività e speranza

 

Siamo andati in giro per la città a chiedere ai reggini cosa ne pensano della loro Reggio. Alcuni hanno preferito non rispondere; altri, invece, hanno dato una loro personale opinione su cosa va e su cosa non va.

“La città puzza –dice un cittadino a Reggio Today – è inutile che la chiamano Città metropolitana quando persiste un abbandono totale. Una classe politica allo sbaraglio, che grava su noi cittadini e pensionati. È inutile che critichiamo un Governo piuttosto che un altro: tutti gli altri dov’erano?”.

“Reggio per me è una grandissima città – continua a dire a Reggio Today un altro cittadino – dovrebbe essere più curata, mancano tantissime cose e qualcuno si lamenta dell’acqua potabile”.

Mancanze anche per quanto riguarda la situazione attuale dell’aeroporto dello Stretto, per cui i cittadini che abbiamo fermato non si pronunciano più di tanto, in quanto, come dicono “volo pochissimo per questione di prezzi: sono carissimi”.

Ma ecco che la speranza arriva proprio da chi da Reggio se n’è andato tanto tempo fa, ma continua a ritornarci: “Io ho vissuto a Reggio Calabria fino all’età di 25 anni – le parole di un terzo cittadino rilasciate a Reggio Today – A distanza di quasi quarant’anni trovo la città sicuramente molto cambiata in meglio per alcune cose, mentre per altre è rimasta purtroppo quello che era prima. I problemi di fondo non sono svaniti. Rimane comunque una città meravigliosa, che andrebbe valorizzata soprattutto sotto l’aspetto del turismo, che invece continua a lasciare a desiderare rispetto ad altri posti d’Italia ugualmente belli. Dispiace vedere che la parte migliore va via: se non c’erano possibilità di crescita quando me ne sono andato via, penso che oggi sia ancora più difficile. Comunque bisogna sempre sperare, andare avanti e avere fiducia in sé stessi e nella crescita della società”. 


 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ReggioToday è in caricamento