menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, i cittadini scendono in piazza: lunedì la protesta di Libera a palazzo Campanella

Il sit-in pacifico si svolgerà lunedì 29 giugno a partire dalle ore 16. Al termine il gruppo di manifestanti si sposterà autonomamente in piazza Italia

Sit-in di sensibilizzazione sul tema dei rifiuti e del ripristino della legalità sul territorio cittadino. L'iniziativa pacifica, promossa dal coordinamento regionale di Libera Calabria, coordinamento territoriale di Libera Reggio Calabria e le aziende di Reggio Libera Reggio, si svolgerà domani lunedì 29 giugno a partire dalle ore 16, a palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale, convocato dal suo presidente, si pone l'intento di chiedere all’Ente preposto di assumere tutte le iniziative opportune affinché si risolva una volta per tutte l’annoso problema dei rifiuti che invadono la nostra città e tutto il comprensorio.

Al termine del sit-in, promosso dal coordinamento regionale di Libera Calabria, parteciperanno realtà associative provenienti da tutto il territorio calabrese e reggino, il gruppo di manifestanti si sposterà autonomamente in piazza Italia. "Chiederemo alle istituzioni tutte, insistenti su quella piazza, - spiega Giuseppe Marino, referente Libera Reggio Calabria - una maggiore concretezza nella risoluzione della problematica relativa ai rifiuti.

La manifestazione è stata indetta dalle associazioni e dai cittadini che chiedono risposte serie e definitive. Anche il sindaco della città ad oggi, non pare abbia inteso pienamente il suo compito, il suo ruolo, a nostro avviso, non è quello di scendere in piazza ma quello di svolgere la sua attività nelle sedi istituzionali dove devono essere trovate le soluzioni". Libera e le associazioni tutte infine chiedono al governatore della Calabria, Iole Santelli ed al sindaco Giuseppe Falcomatà "di assumersi le rispettive responsabilità nei confronti dei cittadini e di cooperare perché siano superate tutte le criticità che hanno portato all’attuale grave situazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento