rotate-mobile
L'iniziativa

Libera Reggio Calabria chiama a raccolta gli studenti in nome di Angela Costantino

L'associazione in vista della Giornata della memoria e dell’impegno ha promosso un concorso letterario per non dimenticare le vittime di mafia. Ecco come partecipare

Il coordinamento provinciale Reggio Calabria di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie si prepara a vivere la XXIX Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie con un’importante iniziativa che coinvolge gli studenti della nostra città, ritenendo fondamentali e significative la formazione e l’educazione delle giovani generazioni perché possano comprendere l’importanza di impegnarsi e far valere i valori di legalità e giustizia.

"Abbiamo deciso - spiega Libera - di istituire un concorso letterario rivolto agli studenti delle classi 2^ e 3^ delle scuole secondarie di primo grado della nostra città con l’obiettivo rendere la memoria viva e concreta, ricordando le storie di coloro che hanno perso la vita a causa della violenza mafiosa".

Il concorso: come aderire

""Libera la memoria" è il nome che abbiamo dato al concorso per riaffermare ancora una volta l’impegno di Libera nato prima di tutto dalla necessità e dal desiderio di stare accanto ai familiari delle vittime innocenti di tutte le mafie nello sforzo di mantenere acceso il ricordo e continuare a chiedere con loro verità e giustizia. La storia che abbiamo scelto per questa prima edizione è quella di Angela Costantino, giovane donna reggina che voleva abbandonare le maglie asfissianti di una famiglia mafiosa e per questo è stata messa a tacere".

L’adesione al concorso è richiesta entro il 7 febbraio 2024, mentre gli elaborati andranno inviati entro il 16 marzo 2024 all’indirizzo e-mail reggiocalabria@territoriale.libera.it. La premiazione avverrà nel mese di aprile 2024. Tutte le indicazioni sono contenute nel bando del concorso inviato alle scuole.

"Confidiamo - conclude la nota - in un’ampia partecipazione da parte degli studenti reggini che hanno già dimostrato la loro sensibilità e il loro impegno nelle varie iniziative svolte insieme e non solo, certi che il cambiamento sia possibile e che ciascuno di noi debba esercitare la propria responsabilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libera Reggio Calabria chiama a raccolta gli studenti in nome di Angela Costantino

ReggioToday è in caricamento