Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Centro

Lido comunale, slitta l'apertura delle buste: si attende ancora

L'amministrazione comunale ha deciso di prorogare i termini per l'invio della manifestazione di interesse per la concessione temporanea dello stabilimento

C'è ancora da attendere fino a lunedì 28 giugno per sapere cosa accadrà per il lido comunale e se la stagione balneare 2021 partirà. L'amministrazione comunale ha infatti riaperto i termini per la manifestazione d'interesse per la concessione temporanea del lido. La scadenza per presentare l'offerta dunque è lunedì 28 alle ore 12. Perché questo cambio di data? La precedente scadenza era infatti fissata al 23 giugno alle ore 12. Sono arrivate poche offerte o nessuna?  Non è dato sapere, ma certo è che la stagione balneare sembra davvero a rischio. 

Eppure un tempo, quando il Lido comunale viveva la sua gloria, il 29 giugno era la data certa e uguale di anno in anno per la cerimonia di inaugurazione della stagione e il direttore Mimì Fortugno era pronto ad accogliere i reggini.

Oggi si attende e non è chiara l'idea dell'amministrazione che sceglie tra l'altro tra i criteri per la procedura di aggiudicazione quello di affidare la concessione temporanea a cooperative sociali di tipo B: “la concessione temporanea è un appalto riservato, ai sensi dell’art. 112 del D.Lgs. 50/216, a cooperative sociali di tipo B e loro consorzi e ad operatori economici il cui scopo principale sia l’integrazione sociale e professionale di persone svantaggiate ai sensi della L. 381/1991, ed il cui personale sia composto per almeno il 30% da lavoratori con disabilità o svantaggiati ed aventi tra i propri oggetti di impresa “Servizi di impianti balneari”.

Intento nobile, sicuramente, l'integrazione delle persone svantaggiate ma ci si chiede il perchè di questa scelta visto il contesto così degradato come è quello del Lido attualmente.

Si specifica poi che: “Il presente avviso è finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni d’interesse per favorire la più ampia partecipazione e consultazione di operatori economici, in modo non vincolante per l’Ente, con lo scopo di ottenere la disponibilità a partecipare ed a presentare contestualmente un progetto tecnico di gestione per l’affidamento temporaneo dello stabilimento balneare, ai sensi del combinato disposto dagli artt. 112, 36 c. 2 lett.a) , modificato dall’art. 1 del D.L. 76 del 16 luglio e 2020 e sostituito dall'art. 51, comma 1, lettera a), sub. 2.1), decreto-legge n. 77 del 2021, nonché dall’art. 163 c.2 del D.Lgs. 50/2016 s.m.i. Con il presente avviso non è indetta alcuna procedura di gara; il Comune di Reggio Calabria si riserva la possibilità di sospendere, modificare o annullare, in tutto o in parte, il procedimento avviato, e di non dar seguito all’affidamento diretto della concessione temporanea, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa”.

Oggetto dell'affidamento


L’oggetto della concessione temporanea, a titolo non oneroso, consiste nell’utilizzo degli spazi e nella gestione dei servizi da svolgersi presso la struttura del Lido Comunale “Genoese Zerbi”, senza che sulla stessa influisca la condizione di balneabilità delle acque, soggetta alle disposizioni degli organi competenti a cui il Concessionario deve sottostare. Sono utilizzabili dal Concessionario l’arenile e gli spazi delimitati dalla recinzione esterna dell’immobile ed accessibili in condizioni di sicurezza, ad esclusione della Torre Nervi.
La gestione si articola in: Servizio di assegnazione delle cabine; Servizio di salvataggio, assistenza e controllo dei bagnanti; Servizio di controllo ingressi e assistenza agli utenti; Servizio di pulizia e manutenzione del verde; Servizio medico o infermieristico di primo soccorso; Servizio di custodia e vigilanza della struttura balneare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lido comunale, slitta l'apertura delle buste: si attende ancora

ReggioToday è in caricamento