rotate-mobile
Le reazioni

Cattura del boss Matteo Messina Denaro, le reazioni in Calabria

Dalla politica al sindacato la soddisfazione per l'arresto del superlatitante effettuato dai carabinieri del Ros

“Il Consiglio regionale della Calabria ringrazia le forze dell’ordine, la Magistratura e tutte le persone che hanno contribuito alla cattura di Matteo Messina Denaro”.

È quanto asserisce il presidente Filippo Mancuso, che aggiunge: “la cattura del pericoloso latitante è decisamente un grande risultato. Nel contrasto alla criminalità organizzata, che rappresenta un disvalore assoluto da estirpare, perché compromette i diritti dei cittadini e la dignità del Paese, lo Stato vince sempre. Oggi è una bella giornata per la Repubblica!”.

"L'arresto di Matteo Messina Denaro rappresenta un colpo durissimo a Cosa Nostra. Dopo 30 anni di latitanza finisce la storia criminale di uno dei boss mafiosi più influenti e pericolosi. Grazie ai carabinieri del Ros e agli uomini dello Stato che hanno reso possibile questa cattura". Così il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Giacomo Saccomanno, commissario regionale della Lega in Calabria. "La collaborazione tra le istituzioni - scrive Saccomanno - ha portato ad un risultato eclatante: l’arresto del super latitante Matteo Messina Denaro dopo oltre 30 anni di latitanza! Una giornata storica per l’Italia. L’arresto è avvenuto presso la clinica Maddalena di Palermo dove il boss si trovava in day hospital per degli accertamenti sanitari. Matteo Messina Denaro risulta inserito come il boss super latitante introvabile. Era considerato tra gli irreperibilipiù pericolosi e ricercati nel mondo, che ha proseguito e rafforzato il progetto di Cosa Nostra di inserirsi nel mondo dell’imprese e nel controllo totale del territorio". 

"Un plauso ai Ros ed al suo comandante Pasquale Angelosanto, agli uomini del raggruppamento speciale assieme a quelli del Gis e dei comandi territoriali - conclude - che hanno eseguito l’operazione, ma naturalmente a tutti coloro che hanno collaborato pienamente e, quindi, ai magistrati di Palermo, al ministro dell’Interno, a tutti i cittadini che hanno gioito nel conoscere tale notizia".  

Anche il segretario generale della Uil Calabria, Santo Biondo, ha commentato l'arresto del boss Matteo Messina Denaro. "Lo Stato ha vinto! Dopo trenta anni di latitanza - scrive sui social Santo Biondo - i carabinieri del Ros hanno arrestato il boss latitante Matteo Messina Denaro. Gli uomini delle forze dell'ordine e della magistratura, a cui va il nostro sentito ringraziamento, hanno assestato l'ennesimo duro colpo alla criminalità organizzata".

"La cattura del latitante Matteo Messina Denaro è una notizia di incalcolabile importanza. Con questa cattura si chiude una fase storica drammatica per il Paese. La tenacia, la forza e le competenze messe in campo dallo Stato di diritto contro chi avrebbe la pretesa di essere antistato hanno finalmente e giustamente prevalso. Certificando ancora una volta che lo Stato è sempre più forte di qualsiasi mafia e criminalità organizzata". Così il capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Calabria, Giuseppe Gelardi.

"Tra le efferatezze per le quali è stato condannato all’ergastolo Matteo Messina Denaro vi è la corresponsabilità per il sequestro e l’uccisione del piccolo Giuseppe Di Matteo, poi sciolto nell’acido. Ed è nel nome di questa vittima innocente e di tutti i bambini uccisi dal crimine organizzato che intendo ringraziare gli uomini dello Stato che lo hanno assicurato alla giustizia dopo trent’anni di latitanza": è quanto dichiara il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale.

"In 120 anni di storia criminale – evidenzia Marziale – la mafia ha ucciso più di 110 bambini, con modalità di esecuzione fredde, crudeli ed efferate. Si tratta di un numero arrotondato per difetto, giacché di tanti potrebbero essersene perse le tracce. È per loro, per la memoria di quanti li perpetuano nel ricordo, che occorre ringraziare lo Stato quando questa gente viene messa al cospetto delle proprie responsabilità".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cattura del boss Matteo Messina Denaro, le reazioni in Calabria

ReggioToday è in caricamento