rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
I controlli

Beccati alla guida di un furgone carico di melari rubati, scattano due denunce

Le arnie, il cui prodotto avrebbero potuto fruttare un guadagno di circa 70.000 euro, erano state rubate a Palermiti, per i trasportatori è scattata la denuncia per ricettazione

Sorpresi alla guida di un furgone con a bordo 140 melari carichi di miele, i carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Villa San Giovanni hanno segnalato alla procura di Reggio Calabria, due soggetti già noti alle forze dell’ordine per il reato di ricettazione.

Le arnie, infatti, sono risultate oggetto di precedente furto, commesso la notte del 2 giugno, ai danni di un imprenditore agricolo di Palermiti, piccolo centro in provincia di Catanzaro. Nello specifico, in quella circostanza, gli autori del furto, ancora da identificare, avevano approfittato del buio per impossessarsi della strumentazione necessaria a produrre il miele, portando via persino gli alveari con dentro le api.

È stato proprio il ronzio degli insetti ad insospettire i militari dell’Arma, che, fermato il camion per un controllo ai mezzi in accesso all’imbarcadero per la Sicilia, hanno proceduto a chiedere conto ai due autisti, di quanto trasportato. Non ritenendo sufficientemente esaustive le risposte ricevute, i carabinieri hanno così proceduto al sequestro e alla riconsegna al legittimo proprietario dei melari asportati che se reimmessi sul mercato avrebbero potuto fruttare un guadagno di circa 70.000 euro.

Il procedimento è attualmente pendente in fase di indagini e le posizioni delle persone segnalate ai giudici, saranno vagliate nel corso del successivo processo. Il procedimento è attualmente pendente nella fase delle indagini preliminari presso la procura di Reggio Calabria e le posizioni delle persone segnalate ai giudici saranno vagliate nel corso dei successivi risvolti processuali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccati alla guida di un furgone carico di melari rubati, scattano due denunce

ReggioToday è in caricamento