rotate-mobile
Il fatto / Melito di Porto Salvo

Smaltimento illecito dei rifiuti nel Reggino: denunciati dieci titolari di opifici oleari

I carabinieri hanno accertato che durante la lavorazione delle olive vi era lo spandimento delle acque di vegetazione in assenza dell’autorizzazione unica ambientale

Smaltivano i rifiuti prodotti dalla lavorazione delle olive illecitamente. Per questo sono stati deferiti dieci titolari di opifici oleari nella provincia di Reggio Calabria. A scoprire lo smaltimento illecito dei rifiuti i carabinieri della compagnia di Melito Porto Salvo, insieme al personale del nucleo carabinieri forestale di Melito Porto Salvo e del nucleo carabinieri parco di Bagaladi, che hanno denunciato in stato di libertà 10 persone titolari di opifici oleari presenti nei comuni di Montebello Jonico, San Lorenzo e Bagaladi per reati in materia ambientale.

L’attività, in particolare, ha consentito di accertare sul posto lo smaltimento illecito di rifiuti prodotti dalla lavorazione delle olive, lo spandimento delle acque di vegetazione in assenza dell’autorizzazione unica ambientale, nonché lo svolgimento dell'attività produttiva in assenza della documentazione previsionale di impatto acustico redatta da un tecnico competente in materia di acustica ambientale con contestuale sottoposizione a sequestro preventivo di alcuni dei siti controllati.

Tutto ciò "è stato possibile grazie ad una consolidata sinergia tra l’organizzazione territoriale e quella forestale dell’Arma - affermano dal comando provinciale dei carabinieri -  che ha evidenziato, ancora una volta, la sensibilità e l’attenzione con cui vengono svolti i servizi di prevenzione e repressione a difesa dell’ambiente attraverso anche la non comune competenza espressa dal comparto forestale che si conferma sempre più vera eccellenza nell’attività di polizia ambientale". 

I procedimenti penali sono attualmente pendenti in fase di indagini e l’effettiva responsabilità delle persone deferite sarà vagliata nel corso del successivo processo. Non si escludono ulteriori sviluppi investigativi e probatori, anche in favore delle persone sottoposte ad indagini.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smaltimento illecito dei rifiuti nel Reggino: denunciati dieci titolari di opifici oleari

ReggioToday è in caricamento