rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Scuola / Melito di Porto Salvo

Melito, Russo: "No al trasferimento del liceo classico"

Il segretario del circolo Pd interviene sulla vicenda dei lavori edilizi improcrastinabili dell'istituto

 "Nei giorni scorsi, da notizie di stampa, si è appreso che i locali del liceo classico “G. Familiari” di Melito di Porto Salvo saranno interessati da lavori edilizi improcrastinabili  - afferma il segretario del circolo Pd di Melito di Porto Salvo Enzo Russo -  e che le lezioni per il prossimo anno scolastico saranno tenute presso il liceo scientifico “Euclide” di Bova Marina". 

"Tale prospettiva, successivamente smentita dall’Amministrazione comunale, è, a nostro avviso, assolutamente da scongiurare, - continua Russo -  in quanto si arriverebbe all'ennesima chiusura per la nostra cittadina di un'altra istituzione importante quale è il liceo classico che ha formato nel corso degli anni molti di noi melitesi e dei paesi vicini. Oltre a causare disagi immediati, tale soluzione potrebbe indurre diversi genitori a iscrivere i propri figli in altri istituti e, alla ripresa delle lezioni, il liceo classico verrebbe a trovarsi senza più studenti".

 "Come circolo del Partito democratico abbiamo discusso di tale problema e, acquisite le necessarie informazioni, abbiamo convenuto sulla necessità di fare ulteriori approfondimenti  - aggiunge Russo - per individuare soluzioni tese a mantenere la frequenza delle lezioni nello stesso Comune di origine. Si potrebbero, ad esempio, dividere i lavori in vari lotti in modo che una parte dell'edificio rimanga, comunque, utilizzabile. A tal fine, siamo venuti a conoscenza che l'allora Provincia di Reggio Calabria, oggi Città metropolitana, nel 2016 aveva conferito un incarico per la messa in sicurezza dell'edificio e per la sua regolarizzazione. Sulla base del lavoro effettuato dal professionista incaricato e consegnato ufficialmente allo stesso ente, l'unica parte dell'edificio che necessita di interventi strutturali è la parte dell'aula magna e della sovrastante palestra; invece, per le altre parti, sono da effettuare dei lavori che possono consentire la fruibilità anche parziale dello stesso immobile.

Il nostro circolo fa presente che ha già chiesto, nel rispetto dei ruoli, un incontro con la Città Metropolitana per discuterne e, partendo dalla proposta individuata, assicurarsi che gli studenti del liceo classico di Melito frequentino le lezioni presso la nostra cittadina. In attesa di tale incontro, chiederemo l'immediata sospensione delle attività, affinché si possa procedere ad un esame più attento e completo della situazione". 

"L’allarme dei cittadini e le vivaci reazioni sui social media evidenziano quanto stia a cuore a tutti questa vicenda e come l’istituzione scolastica di cui il Comune può ancora fregiarsi rappresenti non già una questione di mero campanilismo, bensì il suo tratto identitario ed il sussulto di dignità di una comunità intera che, nel tempo, ha assistito impotente a diverse spoliazioni di istituzioni pubbliche presenti sul territorio, che ne hanno marginalizzato ogni slancio e potenziale di sviluppo socio-economico e culturale. Per questo motivo, il nostro circolo  - conclude il segretario - incontra la sensibilità dei cittadini ed invita le istituzioni preposte ad una maggiore condivisione dei processi decisionali e promozione di occasioni di confronto, nei tempi e nei modi che l’amministrazione comunale riterrà opportuni, in un’ottica di corresponsabilità, consapevolezza e coralità delle scelte che - ne siamo certi - troveranno il contributo prezioso di quanti, come noi, hanno a cuore le sorti della nostra cittadina".   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melito, Russo: "No al trasferimento del liceo classico"

ReggioToday è in caricamento