rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
La decisione

Il mercato Girasole va all'asta: così il Comune si disfa dei sui beni

La lunga storia della struttura sul viale Messina, realizzata con i fondi del Decreto Reggio

Sta lì abbandonato da diciassette anni il Girasole, la struttura sul viale Messina che doveva essere un polo commerciale di fiere, eventi, mercati, ma mai entrato in funzione e finito nel degrado.

Era stato inaugurato nel 2006, realizzato con i finanziamenti del Decreto Reggio, adesso il Comune ha deciso di metterlo all'asta. C'è pubblicato sul sito del Comune l'avviso pubblico. Il prezzo a base d’asta è di 3milioni e 850mila euro. L'asta si terrà il 31 gennaio 2024, con inizio alle ore 10:00, presso il settore Tributi e patrimonio al Cedir.

Nell'avviso è specificato che: "L’immobile è nel pieno possesso dell'Amministrazione venditrice proprietaria ed è venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, a corpo e non a misura, con le relative accessioni e pertinenze, diritti, servitù attive e passive, oneri, canoni ed eventuali vincoli imposti dalle vigenti leggi.

All'asta pubblica può partecipare chiunque vi abbia interesse e che si trovi altresì nella capacità di contrattare con le pubbliche amministrazioni, nonché possieda le condizioni soggettive e i requisiti prescritti dalla lex specialis di gara".

Non è la prima volta che il Comune di Reggio Calabria prova a disfarsi di questo bene. Ci provò infatti la Commissione prefettizia nel 2013.

La vendita all'asta nel 2013

Era novembre del 2013, infatti quando il settore Pianificazione e valorizzazione del territorio comunicava l'affissione all'albo pretorio del Comune, con scadenza il 4 novembre 2013,  per la vendita all'asta, secondo il criterio dell'offerta del prezzo più alto rispetto al prezzo fissato in € 3.200.000,00, del complesso edilizio, destinato a mercato agroalimentare, sito nel rione Sbarre, al viale Messina.

Ma quell'asta non portò nessun esito.

L'idea di riqualificazione per gli uffici della Hermes

Così dopo altri anni di abbandono, nel 2017 con Giuseppe Falcomatà sindaco ecco che arriva l'idea di un progetto di ristrutturazione della struttura. Il Girasole avrebbe dovuto così ospitare la società Hermes. L’idea principale era quella di dar vita ad un edificio green in grado di guardare al futuro.

Secondo il progetto degli architetti al piano terra, oltre agli uffici principali, vi doveva essere un grande atrio allestito con essenze scelte per garantire benessere e migliorare la qualità dell’ambiente all’interno della struttura attraverso la pulizia dell’aria. Mentre nelle aree laterali avrebbero dovuto trovare posto gli uffici e un area bar ristoro.  La parte centrale per gli sportelli di pagamento.

L'edificio che doveva diventare green, doveva essere consegnato ristrutturato nel 2014. Ma i lavori non sono mai partiti. 

Dunque, adesso il Comune ha cambiato idea e prova a vendere questa struttura che davvero è completamente fatiscente e luogo di riparo di senza tetto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mercato Girasole va all'asta: così il Comune si disfa dei sui beni

ReggioToday è in caricamento