rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Roccella Ionica

Migranti, Adm: al via la demolizione delle barche

Utilizzate per approdate nei vari punti della regione e abbandonate dopo gli sbarchi

Prosegue l'attività di recupero smaltimento delle imbarcazioni utilizzate dai migranti approdate nei vari punti della regione e abbandonate dopo gli sbarchi. Dopo gli interventi effettuati nelle spiagge di Bianco e Brancaleone, in questi giorni il personale dell'Agenzia delle accise, dogane e monopoli della direzione regionale della Calabria, sta provvedendo con interventi finalizzati a liberare gli spazi interni dei porti calabresi.

L'avvio è nel porto di Roccella Jonica - dove a breve verrà istituito, su impulso del direttore generale Adm, Marcello Minenna, un nuovo ufficio territoriale - che, insieme a Crotone, costituisce un punto di attracco privilegiato dalle imbarcazioni dei migranti.

A seguire, nelle prossime settimane, i lavori di recupero verranno effettuati nei porti di Reggio Calabriae di Crotone. Contestualmente le strutture della Direzione regionale hanno avviato la procedura di stipula dei contratti per due gare di appalto già aggiudicate che prevedono la demolizione, nell'arco di 30 - 40 giorni, di altri 38 natanti. Gli interventi effettuati e quelli di prossima realizzazione sono stati resi possibili anche grazie alle strutture centrali di Adm che hanno prima deliberato e quindi integrato le risorse finanziarie della sede regionale, messe a dura prova dall'esplosione dall'emergenza immigrazione già dalla scorsa estate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Adm: al via la demolizione delle barche

ReggioToday è in caricamento