Lunedì, 15 Luglio 2024
La dichiarazione / Roccella Ionica

Naufragio di migranti nel mar Ionio, Irto: "Serve una soluzione europea"

Il commento del senatore del Pd: "Si tratta di una tragedia che ha colpito persone afghane, iraniane e curde, che ci tocca nel profondo e con la memoria e la coscienza ci riporta al naufragio di Cutro"

"Siamo addolorati e attoniti per il ribaltamento di un'imbarcazione carica di migranti a poco più di 100 miglia dalle coste calabresi, a quanto pare avvenuto in acque Sar italiane".

Così il senatore calabrese del Pd, Nicola Irto, segretario regionale del partito che, come riporta l'agenzia Dire, aggiunge: "Si tratta di una tragedia che ha colpito persone afghane, iraniane e curde, che ci tocca nel profondo e con la memoria e la coscienza ci riporta al naufragio di Cutro del 26 febbraio 2023, per cui è stata appena chiesta proroga delle indagini".

"Non si può restare fermi, indifferenti, muti e rassegnati davanti alla continua perdita di vite umane a due passi da casa nostra. Serve una soluzione europea verso cui spingiamo, ma - evidenzia il senatore dem - il governo italiano è chiamato, ora più che mai, alla responsabilità, alla serietà, alla ragionevolezza e al confronto senza pregiudizi con le opposizioni. Non possiamo permettere che il Mediterraneo - conclude Irto - resti un cimitero di migranti e non possiamo limitarci a scuotere le spalle, a rinviare ogni volta il problema, che è anzitutto di umanità e civiltà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naufragio di migranti nel mar Ionio, Irto: "Serve una soluzione europea"
ReggioToday è in caricamento