rotate-mobile
L'intervento

Emergenza migranti, Mancuso: "La situazione rischia di sfuggire di mano"

L'allarme del presidente del Consiglio regionale: "L’Europa continua a non battere un colpo sulla questione"

"L’Europa continua a non battere un colpo sulla questione migranti che, a causa degli impegni di Bruxelles platealmente disattesi, rischia di sfuggire di mano, essendo plausibile - afferma il presidente del Consiglio regionale della Calabria Filippo Mancuso - che a fine anno gli arrivi  sulle coste italiane andranno oltre le 200 mila persone.

Con la chiusura delle frontiere da parte della Francia e della Germania mentre Spagna e Grecia respingono i migranti provenienti da Turchia e Marocco,  gli sbarchi incessanti e l’arrivo,  tra martedì e mercoledì, di 121 barchini e 6.000 migranti, la realtà sta superando ogni previsione, scaricando sui sindaci e il già stressato sistema pubblico-privato la responsabilità dell’accoglienza".

Ad avviso del presidente Mancuso: “Il Governo italiano e i suoi Ministri stanno facendo di  tutto, per favorire flussi migratori legali, contrastare le reti criminali coinvolte nel traffico dei migranti, implementare l’integrazione senza cui l’accoglienza va in tilt, e  interloquire, anche attraverso rapporti bilaterali, con i Paesi di partenza e di transito da cui si fugge. Ma è l’Unione europea che anziché dimostrare, proprio sul dossier migranti, di essere una potenza internazionale, rimane  la grande assente. Tuttora - sottolinea Mancuso - alla prova dei fatti, priva di una strategia globale, umanitaria e sicura, che combini il controllo efficace delle sue frontiere esterne con politiche e risorse per l’accoglienza, funzionali anche alle esigenze del mercato e dell’economia degli Stati aderenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza migranti, Mancuso: "La situazione rischia di sfuggire di mano"

ReggioToday è in caricamento