rotate-mobile
La denuncia

Ingiuria e minaccia due vigilesse prima di sparire, rintracciato e denunciato

Alla base di tutto una multa per divieto di sosta, adesso l'uomo dovrà rispondere di oltraggio, minaccia e rifiuto di generalità

Aveva ingiuriato e minacciato energicamente due operatrici del locale comando dei vigili urbani, ree di aver sanzionato il veicolo in suo possesso perché in divieto di sosta, e si era dileguato. 

Ieri, al termine di una specifica attività info-investigativa, durata poco meno di 24 ore, è stato individuato e denunciato all'autorità giudiziaria per oltraggio, minaccia e rifiuto di generalità. 

I fatti, avvenuti sul lungomare di Catona nei giorni scorsi, si legge in una nota stampa diramata dai vigili urbani, "dimostrano come l'azione di ripristino delle regole del vivere civile anche nelle aree periferiche della città, da parte della polizia locale,  sia continua e costante".

Al personale operante è giunta la vicinanza e la solidarietà incondizionata dell'assessore al ramo Palmenta, del sindaco facente funzioni Bruneti e del comandante Zucco.

Lo stesso comandante ha dichiarato che "l'azione della polizia locale continuerà nell'irrinunciabile solco della legalità con sempre maggiore efficacia".

Sempre nei giorni scorsi è stato individuato e denunciato all'autorità giudiziaria un soggetto che aveva diffamato su un noto social i componenti del corpo della polizia locale.

Si precisa che le ipotesi di reato formulate dalla polizia giudiziaria devono essere vagliate e validate da appositi provvedimenti giurisdizionali previsti dal codice di rito in attesa la presunzione di innocenza fino a sentenza passata in giudicato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingiuria e minaccia due vigilesse prima di sparire, rintracciato e denunciato

ReggioToday è in caricamento