Reggio piange la morte di Fausta Ivaldi: si è spento il sorriso sempre al fianco degli "ultimi"

Il cordoglio del sindaco: "La nostra comunità oggi perde una grande persona. La sua memoria rimarrà per sempre indelebile tra le personalità che hanno portato in alto il nome della nostra città"

Fausta Ivaldi

E' una di quelle notizie che ti lascia senza parole: Fausta Ivaldi non c'è più. La malattia ha spento per sempre il suo sorriso, porto sicuro e carezza infinita per gli "ultimi" della città e non solo. Il suo cuore ha smesso di battere al Grande ospedale metropolitano, ma i suoi insegnamenti, il suo amore infinito per Reggio Calabria che l'aveva adottata con grande orgoglio, continueranno ad essere fonte di ispirazione e amore.

"Esprimo il mio più profondo cordoglio, a nome dell'intera cittadinanza, per la scomparsa della nostra concittadina onararia Fausta Ivaldi. Una reggina d'adozione, cittadina del mondo, sempre al fianco degli ultimi, che ha dedicato tutta la sua vita al servizio del prossimo, lasciando un segno indelebile nella nostra comunità", afferma il sindaco Giuseppe Falcomatà.

"Reggio Calabria oggi perde una grande persona. Una donna forte, energica, sensibile e volitiva, una donna che ha dedicato il suo impegno a dare voce ai più fragili. Piemontese di nascita, per lunghi anni ha lavorato nelle realtà più povere dell'Africa e dell'America Latina, dedicando il suo impegno a progetti di cooperazione internazionale per il sostegno alle comunità locali, prima di tornare in Italia e stabilirsi a Reggio Calabria, dove ha continuato ad operare al fianco degli ultimi, impegnandosi personalmente nel contesto del Centro Comunitario Agape "Don Italo Calabrò" al fianco di donne sole con figli minori o in contesti di violenza e disagio sociale. 

Nel 2016 - continua il primo cittadino - abbiamo voluto riconoscere questo suo impegno di servizio, che è diventato esempio per tanti giovani nella nostra Città, attribuendole la cittadinanza onoraria. Un riconoscimento che Fausta ha ricevuto con orgoglio e commozione, nel corso di una emozionante cerimonia tenutasi nella Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio.

La sua memoria rimarrà per sempre indelebile tra le personalità che hanno portato in alto il nome della nostra città, promuovendo i valori più autentici della solidarietà, del senso civico e della vicinanza verso il prossimo. Alla sua famiglia, ai tanti amici e compagni di strada, a tutti coloro che in questi anni hanno avuto l'onore di conoscerla le più sentite condoglianze da parte dell'intera comunità reggina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aperitivo con oltre 20 persone in un negozio etnico: cinque multe e attività chiusa

  • "Vado a posare il fucile e poi torno", gli attimi seguenti all'omicidio nel racconto del figlio delle vittime

  • Per i Carabinieri ad uccidere i coniugi di Calanna sarebbe stato Francesco Barillà

  • Duplice omicidio di Calanna, arrestato il responsabile della morte dei coniugi Cotroneo

  • Controlli anti Coronavirus, 30 persone in un bar del centro: attività chiusa e sei multe

  • Brogli elettorali, inchiesta si allarga: avviso di garanzia per 29 componenti dei seggi

Torna su
ReggioToday è in caricamento