Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Motta San Giovanni

La "parte di sopra" vince la seconda edizione delle "Mottiadi"

Le contrade "uva", "ape" e "oleandro" hanno conquistato il palio che era detenuto dallo "zafferano"

Le macchine costruite dai contradaioli

Il palio delle “Mottiadi” ha cambiato custode. La parte alta, composta dalle contrade “ape”, “uva" e “oleandro”, ha conquistato la seconda edizione della kermesse estiva fortemente voluta dal parroco di Motta San Giovanni, don Giovanni Gullì.

Le contrade vincitrici hanno strappato alla parte di sotto, che deteneva il palio grazie alla vittoria dello “zafferano” nella prima edizione, il simbolo della vittoria.

Anche per l’edizione del 2021 sono stati sette giorni di sfide intense fra i contradaioli che sono stati chiamati a cimentarsi con giochi nuovi e divertenti come, e solo per citarne alcune, il Covid soccer, la gara delle macchinine, masterchef junior, la tradizionale briscola o il calcio tradizionale rivisitato per una disfida a tutto cuore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "parte di sopra" vince la seconda edizione delle "Mottiadi"

ReggioToday è in caricamento