rotate-mobile
La cerimonia

Mutua soccorso Cesare Pozzo: consegnate le borse di studio ai soci di Reggio Calabria

La cerimonia si è svolta a Palazzo San Giorgio: 44 i premiati ripartiti nella scuola primaria, secondaria di 1° grado, secondaria di 2° grado, laurea di primo livello, laurea magistrale e laurea specialistica

Cerimonia della Mutua sanitaria Cesare Pozzo Ets a Palazzo San Giorgio. Nel corso dell'incontro, ospitato nel Salone dei Lampadari, mercoledì 6 dicembre, si è svolta la consegna dei sussidi per gli associati alla Mutua della Città metropolitana: 44 i premiati ripartiti nella scuola primaria, secondaria di 1° grado, secondaria di 2° grado, laurea di primo livello, laurea magistrale e laurea specialistica.

E’ stata una partecipata manifestazione dove i soci con i loro familiari si sono trovati a loro agio accolti dal direttivo della Mutua Soccorso Cesare Pozzo Calabria in un suggestivo ambiente, gentilmente concesso dall’Amministrazione comunale e dal sindaco Giuseppe Falcomatà. Ha moderato l’incontro l’ing. Viviana Fedele, responsabile mobilità e risk management presso l’Azienda di trasporto pubblico Atam.

Sono intervenuti: Ruggero Marra, assessore al Comune di Villa San Giovanni e socio della Mutua Soccorso, l'avv Giuseppe Basile, amministratore Atam, il vice presidente e il presidente della Mutua Soccorso Calabria, Pasquale Foti e Antonio Bisceglie, il componente del Consiglio di amministrazione nazionale, Antonino Zumbo in rappresentanza della presidenza nazionale.

Alla cerimonia è intervenuto il vicesindaco Paolo Brunetti che ha portato i saluti del primo cittadino Giuseppe Falcomatà, impegnato in altra manifestazione istituzionale. Durante la consegna dei sussidi alcuni soci e/o familiari hanno voluto testimoniare la loro appartenenza alla Mutua Soccorso con un breve intervento.

Significative sono state le testimonianze della dott.ssa Teresina Ribuffo, figlia di ferrovieri da sempre iscritti alla Mutua Soccorso e anch’essa ancora oggi iscritta, nonostante svolga il lavoro di cancelliere esperto presso il Tribunale di sorveglianza di Reggio Calabria; Graziano Martino, macchinista in pensione da 41 anni, iscritto prima da lavoratore e successivamente da pensionato; Nunzio Franzò, capo deposito in pensione da 44 anni, iscritto alla Mutua Soccorso da macchinista e ora in pensione e Michelangelo Riolo in servizio nel settore uffici di rete.

Oltre a Reggio Calabria, martedì 5 dicembre, a Catanzaro Lido, presso l’Hotel Niagara, alla presenza del presidente della Mutua Soccorso Cesare Pozzo, Antonio Bisceglie, e al consigliere nazionale Antonino Zumbo in rappresentanza del presidente nazionale, sono stati consegnati i sussidi per Catanzaro 19, per Crotone 4, per Vibo Valentia 5 ripartiti nella scuola primaria, secondaria di 1° grado, secondaria di 2° grado, laurea di primo livello, laurea magistrale e laurea specialistica.

La storia

La società nazionale di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo, fondata nel 1877, è la più grande tra le realtà italiane che operano nel campo della mutualità sanitaria integrativa, è al fianco di 250 mila persone in tutta Italia: ai 171 mila soci e ai loro familiari offre un aiuto quotidiano a tutela della salute e un sostegno concreto in caso di bisogno.

Fornisce assistenza, integrazione e sostegno, contribuendo a garantire il diritto alla salute e l’universalità delle cure. La normativa di riferimento è la L. 3818/1886 sulle società di mutuo soccorso, modificata nel 2012 per meglio rispondere alle necessità del presente.

Le mutue, inoltre, sono a pieno titolo Enti del terzo settore secondo quanto stabilito dal relativo Codice (D. Lgs 117/2017). Cesare Pozzo è solidarietà, esperienza, affidabilità e solidità per tutti i cittadini che si iscrivono individualmente, ma anche per imprese e lavoratori, infatti, gestisce anche fondi sanitari integrativi e coperture collettive aziendali originati da contratti collettivi, accordi o regolamenti aziendali ai sensi dell’art 51.

Lo scopo di Cesare Pozzo

Scopo e principio fondativo di Cesare Pozzo è la mutualità, intesa come aiuto solidale e reciproco. Tutti possono aderire, indipendentemente dalle condizioni professionali, sociali e di salute. La continua ricerca di servizi di qualità, sempre più rispondenti ai bisogni emergenti dalle trasformazioni sociali ed economiche di questi anni, consente a Cesare Pozzo di proporre soluzioni adeguate e non onerose a singoli soggetti e alla collettività.

Per i valori sopra esposti, anche per l’anno scolastico 2022- 2023, si conferma l’attenzione della Mutua sanitaria Cesare Pozzo per le nuove generazioni che si affacciano al futuro e che si apprestano ad affrontare la riorganizzazione della scuola dopo la pandemia.

Un aiuto economico concreto quello della Cesare Pozzo verso i soci e i propri familiari, infatti per l’anno scolastico 2022 – 2023 verranno erogati in tutta Italia circa 228 mila euro di sussidi allo studio a ben 1857 studenti. Sono interessate le scuole primarie, le secondarie di 1° grado e le secondarie di 2° grado, le Università e la sezione speciale per studi e ricerche sulla storia e cultura della mutualità e della sanità integrativa Mario Fratesi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mutua soccorso Cesare Pozzo: consegnate le borse di studio ai soci di Reggio Calabria

ReggioToday è in caricamento