rotate-mobile
L'inchiesta

Le mire dei clan sugli appalti ferroviari, indagata anche Maria Antonietta Ventura

Presidente del cda del gruppo che si occupa di costruzioni ferroviarie era stata candidata da centrosinistra e Cinque Stelle alla presidenza della Regione Calabria

Tra gli indagati nell’inchiesta milanese che oggi ha portato a 15 arresti, per infiltrazioni della ‘ndrangheta nei lavori sulle rete ferroviaria, come scrive l'Ansa, figura anche Maria Antonietta Ventura, presidente del cda del Gruppo Ventura, che si occupa di costruzioni ferroviarie, e che era stata candidata da centrosinistra e Cinque Stelle alla presidenza della Regione Calabria, ma poi la scorsa estate si era ritirata dalla corsa.

A quanto si è saputo, Ventura, a capo della società coinvolta nell’inchiesta assieme al Gruppo Rossi, è indagata per l’ipotesi di associazione per delinquere, ma a suo carico il gip non ha riconosciuto la misura cautelare che era stata richiesta dai pm. Tra gli indagati ci sono anche Alessandro e Edoardo Rossi, rispettivamente direttore e presidente di Gcf del Gruppo Rossi. La Dda, a quanto si è appreso, aveva chiesto in totale 35 arresti, tra cui quello di Ventura, ma il giudice ne ha accolti 15.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mire dei clan sugli appalti ferroviari, indagata anche Maria Antonietta Ventura

ReggioToday è in caricamento