menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Ndrangheta, catturato in Costa Azzurra la primula rossa Stanganelli: era latitante da 5 anni

L'arresto, coordinato dalla Dia, è avvenuto a Vallauris. L'uomo è finito in manette con l'accusa di associazione di stampo mafioso, traffico di stupefacenti, riciclaggio, porto e detenzione abusiva di armi

Dopo cinque anni la Dia ha messo fine alla latitanza di Domenico Stanganelli. L'uomo, colpito da mandato d'arresto europeo, è stato arrestato in Costa Azzurra con l'accusa di associazione di stampo mafioso, traffico di stupefacenti, riciclaggio, porto e detenzione abusiva di armi, nell'ambito di un'indagine che ha colpito le cosche di 'ndrangheta Molè di Gioia Tauro e Mancuso di Nicotera.

La cattura della primula rossa, spiega la Dia che ha coordinato l'operazione, "è avvenuta a Vallauris, nell'abitazione dei suoceri, grazie ad una diretta cooperazione tra la Direzione investigativa antimafia, la polizia giudiziaria di Marsiglia e Nizza e la Brigata per le ricerche ed intervento francese (Bri)".

L'arresto è stato possibile grazie alla Rete operativa antimafia (Onnet), progetto ideato, sviluppato e gestito in ambito internazionale dalla Dia che prevede, con gli strumenti di cooperazione già esistenti, di supportare le unità investigative degli stati membri con agenti specializzati sul fenomeno e di migliorare contestualmente lo scambio d'informazioni utili alle indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Stanchezza primaverile? Sintomi e rimedi naturali

Cura della persona

Trattamenti estetici per ciglia: la parola al dermatologo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento