rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022

VIDEO | Gallico faceva gola e dentro i "condelliani" ci si regolava a colpi di pistola

Dalle carte dell'ordinanza notificata oggi dai carabinieri emergono i contorni degli omicidi di Domenico Consolato Chirico e di Giuseppe Canale

Il quartiere di Gallico faceva gola alle cosche federate ai Condello e per questo non ci si faceva scrupolo di lasciare morti sull'asfalto. L'operazione portata a compimento oggi dai carabinieri del comando provinciale, guidati dal colonnello Marco Guerrini, ha fatto luce su questo spaccato criminale e, in particolare, su due omicidi: quello del  20 settembre 2010, quando è stato assassinato Domenico Consolato Chirico, ritenuto esponente di primo piano della ‘ndrangheta gallicese, nonché genero del defunto boss Paolo Surace, a sua volta assassinato il 10 dicembre 1988 in un agguato mafioso insieme a Domenico Cartisano.

E, poi, quello del 12 agosto 2011, quando è stato assassinato Giuseppe Canale, il cui movente – così come emerso nell’ambito di altro procedimento penale della Dda reggina, che ha portato all’arresto dei mandanti ed esecutori dell’efferato omicidio – si inquadra in un chiaro contesto di criminalità organizzata e rappresenta proprio una risposta all’assassinio di Domenico Chirico, in seguito allo scontro venutosi a creare all’interno delle organizzazioni criminali operanti in quel territorio, finalizzato al raggiungimento di nuovi equilibri criminali.

Scrivono gli investigatori, che hanno lavorato sodo con il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia, "assodato che l’omicidio di Giuseppe Canale, così come ancor prima quello di Domenico Consolato Chirico, è da inquadrarsi in un contesto di criminalità organizzata, frutto come detto di uno scontro tra due opposte fazioni interne alla stessa articolazione di ndrangheta degli arcoti per il predominio criminale sulla frazione di Gallico, l’odierna ordinanza ha cristallizzato gli elementi di natura oggettiva dai quali è possibile desumere in maniera fattuale l’appartenenza alla ndrangheta di parte dei mandanti ed esecutori dell’efferato crimine. Infatti, quattro dei cinque odierni arrestati erano già stati oggetto delle precedenti ordinanze cautelari in relazione al fatto omicidiario".

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Gallico faceva gola e dentro i "condelliani" ci si regolava a colpi di pistola

ReggioToday è in caricamento