rotate-mobile
La richiesta del pm

'Ndrangheta, omicidio Puntorieri: chiesto l'ergastolo per il presunto mandante

L'uomo, 41enne, ritenuto vicino alla cosca Libri, fu sequestrato nel settembre del 2011, ucciso con alcuni colpi di pistola alla testa e il suo cadavere fatto sparire

Ergastolo: è questa la richiesta di condanna formulata dal pubblico ministero Sara Amerio nei confronti di Edoardo Mangiola, di 42 anni, accusato di essere stato il mandante dell'omicidio di Marco Puntorieri, di 41 anni, vittima di lupara bianca.

Puntorieri, ritenuto vicino alla cosca Libri della 'ndrangheta, fu sequestrato nel settembre del 2011, ucciso con alcuni colpi di pistola alla testa e il suo cadavere fatto sparire.

"Il movente dell'assassinio di Puntorieri - come riporta l'Ansa - sarebbe da mettere in relazione ad una vendetta maturata per contrasti interni alla stessa cosca Libri. Al medesimo gruppo criminale, infatti, apparterrebbero sia Mangiola che i due esecutori materiali dell'assassinio del quarantunenne, Domenico Ventura e Natale Cuzzola, entrambi di 61 anni, già condannati anche loro al carcere a vita".

Si ritornerà in aula il 4 luglio. La prossima udienza del processo sarà occupata dall'arringa dell'avvocato Francesco Calabrese, difensore di Mangiola. La sentenza potrebbe essere emessa nel corso della stessa giornata. L'uomo è stato già condannato a 18 anni di reclusione nel processo "Epicentro".
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ndrangheta, omicidio Puntorieri: chiesto l'ergastolo per il presunto mandante

ReggioToday è in caricamento