rotate-mobile
Il blitz

'Ndrangheta, politica e "scambio elettorale" a Reggio Calabria: i nomi degli 11 arrestati

Operazione "Ducale" del Ros dei carabinieri e della Dda reggina. Sono in tutto 14 le misure cautelari: sette persone in carcere, quattro ai domiciliari e tre con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Indagati anche il sindaco Falcomatà e due consiglieri

Sono 14 le misure cautelari dell'operazione "Ducale", eseguita dal Ros dei carabinieri e coordinata dal procuratore della Repubblica, Giovanni Bombardieri, dagli aggiunti Stefano Musolino e Walter Ignazitto e dal sostituto procuratore Salvatore Rossello. 

Tra gli indagati anche il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, del Partito Democratico, il capogruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio regionale, Giuseppe Neri e il consigliere comunale di Reggio Calabria Francesco Sera, del Pd.

Alle persone coinvolte nell'operazione sono contestati, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione aggravata dal metodo mafioso, reati elettorali, corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio e falsità materiale e ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. Al centro dell'inchiesta ci sono le attività e i condizionamenti esercitati sulla politica locale dalla cosca Araniti della 'ndrangheta. 

I nomi degli arrestati

In carcere:

Domenico Araniti, detto "il Duca"
Francesco Araniti, detto "u Parenti"
Giuseppe Barillà
Nicola Dascola
Antonino Princi, detto "lo Sceriffo"
Antonio Repaci, detto Mimmo
Carmelo Trapani, detto "il Tacchino"

Ai domiciliari:

Pietro Araniti
Daniel Barillà
Antonino Modafferi, detto “l’Architetto“
Martina Giustra

Obbligati a presentarsi alla polizia giudiziaria:

Natale Corsaro
Antonio Dascola
Caterina Iannò

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ndrangheta, politica e "scambio elettorale" a Reggio Calabria: i nomi degli 11 arrestati

ReggioToday è in caricamento