rotate-mobile
La sentenza / Locri

“European ‘Ndrangheta Connection-Pollino”, inflitti 172 anni di carcere

Dodici condanne e cinque le assoluzioni per un gruppo criminale che era stato sgominato nel 2019

Il tribunale di Locri ha inflitto complessivi 172 anni di carcere a dodici imputati, alla sbarra nel processo scaturito dall’inchiesta “European ‘Ndrangheta Connection-Pollino”, confermando il quadro accusatorio della procura antimafia di Reggio Calabria, guidata dal procuratore Giovanni Bombardieri.

La pena più alta è stata inflitta a Maria Rosa Campagna e Serafino Rubino (30 anni ciascuno). Condannati anche Antonio Barbaro (7 anni di reclusione), Domenico Barbaro (8 anni), Giuseppe Campagna (15 anni), Luciano Camporesi (22 anni e 9 mesi), Carmelo Vincenzo Gerasolo (2 anni e 6 mesi), Giovanni Giorgi (14 anni e 8 mesi); Cesar Steven Linares Ramirez (10 anni), Antonio Pizzata (7 anni), Vincenzo Salzano (12 anni) e Giorgio Violi (14 anni e 4 mesi).

Cinque anche le assoluzioni, che riguardano Salvatore Santo Cappello, Roberto Esposito, Domenico Pelle, Giuseppe Pelle e Giuseppe Strangio. Il blitz, scattato nel dicembre 2019 tra Italia, Germania, Paesi Bassi e Belgio, ha fatto luce sulle proiezioni della ‘ndrangheta in Europa e nel Sud America, nel quadro di un’organica ricostruzione di molteplici attività delittuose poste in essere, sul territorio nazionale e all’estero, da diversi esponenti di affermate e risalenti famiglie della criminalità organizzata calabrese, operanti principalmente nel cuore della Locride.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“European ‘Ndrangheta Connection-Pollino”, inflitti 172 anni di carcere

ReggioToday è in caricamento