Lunedì, 22 Luglio 2024
Il plauso

Noi amiamo Reggio, Nucera: "Associazioni prendano esempio da Robusti"

Il presidente del movimento La Calabria che vogliamo evidenzia "come debba essere ancora lo spirito intraprendente di cittadini a compensare le lacune e inefficienze dell’amministrazione comunale"

Due anni fa (era il 14 febbraio 2021) il movimento La Calabria che vogliamo assieme ad alcuni volontari e cittadini trascorreva la mattinata di San Valentino con un’iniziativa sociale che mirava a ridare dignità e decoro al cimitero di Modena a Reggio Calabria, sommerso dai rifiuti.

"In quei luoghi sacri, dove riposano i nostri cari, - afferma il presidente Giuseppe Nucera - era dovuto intervenire il nostro movimento a compensare l’impreparazione e l’indifferenza dell’amministrazione comunale. A distanza di due anni, una simile iniziativa organizzata da Angela Robusti (compagna di Filippo Inzaghi, allenatore della Reggina) ha visto partecipare più di 1500 studenti, impegnati a ripulire l’area del Lido comunale e il Rione Marconi".

Il numero uno del movimento nel complimentarsi per l’iniziativa, al contempo, evidenzia "come debba essere ancora lo spirito intraprendente di cittadini e associazioni a compensare le lacune e inefficienze dell’amministrazione comunale".

"E’ stato un bel messaggio vedere centinaia di studenti reggini, coloro che raccoglieranno il testimone e saranno protagonisti del futuro della nostra città, impegnati a ripulire alcuni luoghi della città. Apprezzabile la volontà mostrata dalla signora Angela Robusti nel portare avanti questa iniziativa, peraltro non la prima che organizza a Reggio Calabria. Mi auguro - dichiara Nucera - che la comunità femminile reggina dei club service e delle varie associazioni prenda spunto e si faccia promotrice di altrettante buone pratiche di cui, purtroppo, si continua ad avvertire il
bisogno.

Convinto, oggi come ieri, della bontà del proverbio cinese “Pulisci davanti all'uscio di casa e tutta la città sarà pulita”, mi auguro che l’amministrazione comunale possa mettere in campo azioni più incisive e una programmazione ad ampio respiro per risolvere l’annosa problematica della situazione rifiuti. Atteso - conclude il già presidente di Confindustria Reggio Calabria - che ogni cittadino è chiamato a fare la propria parte, differenziando in maniera corretta e mettendo la civiltà al centro dell’agire quotidiano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Noi amiamo Reggio, Nucera: "Associazioni prendano esempio da Robusti"
ReggioToday è in caricamento