rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
La decisione

Nuovo palazzo di giustizia, la Regione prende atto dell'accordo con il ministero e accelera sull'opera

Il primo settembre la giunta regionale ha proceduto alla sdemanializzazione dei terreni di proprietà regionale e alla costituzione del diritto di superficie in favore dell’Agenzia del demanio

Porta la data del primo settembre e la firma della vice presidente Giusi Princi la deliberazione della giunta regionale calabrese che, il condizionale è d’obbligo visto la storia recente dell’opera, potrebbe dare un’accelerazione definitiva al completamento dei lavori del nuovo palazzo di giustizia di Reggio Calabria.

La giunta regionale, presieduta da Roberto Occhiuto, quindici giorni addietro ha preso atto del protocollo d’intesa fra il ministero della Giustizia ed il Comune di Reggio Calabria, firmato il 22 gennaio scorso dal ministro Cartabia e dal sindaco facente funzioni Paolo Brunetti presso la scuola allievi carabinieri “Fava e Garofalo”, e proceduto alla sdemanializzazione dei terreni di proprietà regionale e alla costituzione del diritto di superficie in favore dell’Agenzia del demanio.

Nello specifico si tratta della “sdemanializzazione della particella identificata al nuovo catasto dei terreni del Comune di Reggio Calabria, al foglio 10 sezione A numero 1307 e numero 1308 non più interessate dal passaggio della condotta idrica, in quanto sono venute meno le condizioni di pubblica utilità ovvero esigenze di pubblico servizio”.

Ma non solo. Con la deliberazione numero 421 dell’1 settembre 2022, nel considerare il nuovo Palazzo di giustizia un’opera fondamentale d’interesse pubblico nazionale, la giunta regionale ha stabilito la “concessione a titolo gratuito, in favore dell’Agenzia del demanio, del diritto di superficie sulle particelle identificate al nuovo catasto dei terreni del Comune di Reggio Calabria al foglio 10 sezione A numero 1307 di mq 343 circa e numero 1308 di mq 488 circa per la durata di 99 anni” che, come si ricorderà, era una condizione richiesta dalla Ragioneria generale dello Stato per consentire al ministero della Giustizia di sostenere le spese in conto capitale occorrenti per il completamento del nuovo Palazzo di giustizia di Reggio Calabria.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo palazzo di giustizia, la Regione prende atto dell'accordo con il ministero e accelera sull'opera

ReggioToday è in caricamento