rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
L'arresto / Cosoleto

Operazione "Propaggine", arrestato il sindaco Antonino Gioffrè

Il blitz coordinato dalla Dda di Reggio Calabria è legato all'inchiesta condotta dalla Dia a Roma

Il sindaco di Cosoleto Antonino Gioffrè è stato arrestato nell'ambito dell'inchiesta "Timoteo" (come scrive l'Adnkronos), condotta dalla Dda di Reggio Calabria, guidata dal procuratore Giovanni Bombardieri, e collegata con quella denominata "Propaggine" della Dda di Roma. L'accusa nei suoi confronti è quella di voto di scambio.

Il suo nome compare nell’elenco dei 34 soggetti raggiunti da un’ordinanza di custodia emessa dal gip su richiesta della Dda reggina contro la cosca Alvaro-Penna di Sinopoli. L’indagine è collegata a quella della Dda di Roma. Nel filone calabrese, 29 persone sono finite in carcere e 5 ai domiciliari. 

L'operazione della Direzione investigativa antimafia è in corso a Roma e provincia, in Lazio, a Reggio Calabria e in Calabria per l'esecuzione di un'ordinanza cautelare del gip di Roma su richiesta della Dda romana nei confronti di 43 persone. 

Alcuni sono accusati di far parte di una locale di 'ndrangheta, radicata nella capitale e finalizzata ad acquisire la gestione e il controllo di attività economiche in svariati settori, ittico, panificazione, pasticceria, del ritiro delle pelli e degli olii esausti. In corso anche perquisizioni e sequestri e l'esecuzione di misure cautelari disposte dal Gip su richiesta della Direzione distrettuale antimafia reggina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Propaggine", arrestato il sindaco Antonino Gioffrè

ReggioToday è in caricamento