Sabato, 20 Luglio 2024
L'elezione

Per la prima volta una reggina alla guida della rete Cpo Calabria: è l'avvocata Saveria Cusumano

La presidente è certa che "lavorerà in sinergia con l’intera rete affinché si realizzino quei cambiamenti culturali necessari a che le pari opportunità non rimangano mera enunciazione"

Per la prima volta dalla sua costituzione, il Comitato pari opportunità dell’ordine degli avvocati di Reggio, ha conquistato la presidenza della rete Calabria, composta dai presidenti e dalle presidentesse dei Comitati pari opportunità dei Fori di Paola, Catanzaro, Cosenza, Castrovillari, Crotone, Lamezia, Reggio Calabria, Vibo Valentia, Palmi e Locri. A guidare la rete Calabria per il prossimo biennio 2024/2026 sarà la presidente reggina Saveria Cusumano.

Si è svolto, infatti, nel complesso monumentale di Santa Chiara di Vibo Valentia, il XXXVII direttivo della Rete commissione pari opportunità Calabria, il cui ordine del giorno prevedeva il rinnovo delle cariche.

Il risultato elettorale, con voto segreto, ha consacrato, per la prima volta nella storia della Rete Calabria, la  presidenza reggina. Si tratta di un traguardo epocale ottenuto grazie al supporto concreto del Cpo di Locri, presieduto dall’avv. Gabriella Rome e dal Cpo di Palmi, presieduto dall'avv. Clara Tripodi.

Il nuovo direttivo

A seguito di una elezione democratica l'assemblea dei presidenti dei Cpo della Regione Calabria ha eletto il nuovo direttivo della Rete:

  •  avv. Saveria Cusumano - Cpo di Reggio Calabria, presidente;
  • avv. Maria Bernardo - Cp odi Paola (ex aequo con Reggio Calabria) vice presidente;
  • avv. Pasquale Montesano - Cpo Crotone, segretario
  • avv. Mariannina Scaramuzzino - Cpo Lamezia Terme, tesoriere.

La soddisfazione della neo presidente

La neo presidente Cusumano, ha sottolineato l'importanza della funzione sociale che deve rivestire l'avvocatura calabrese non solo per le politiche di genere ma anche nelle politiche attive di inclusione dei soggetti diversamente abili nel tessuto sociale con l'eliminazione delle barriere architettoniche esistenti sul territorio calabrese, nonché per una effettiva e concreta tutela dei diritti Lgbtq.

L'avvocata è certa che "lavorerà in sinergia con l’intera Rete affinché si realizzino quei cambiamenti culturali necessari a che le pari opportunità non rimangano mera enunciazione.

Grazie al loro sostegno e alla loro determinazione è stato possibile scrivere una nuova pagina attraverso una modifica integrale apportando delle integrazioni al Regolamento della Rete che, per la prima volta dalla sua istituzione, prevede l'alternanza distrettuale alla guida della Rete, con la possibilità, quindi, per ciascun Cpo della Calabria di presiedere e rappresentare la Rete Cpo Calabria per un biennio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per la prima volta una reggina alla guida della rete Cpo Calabria: è l'avvocata Saveria Cusumano
ReggioToday è in caricamento