Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Trattato come sospetto Covid e muore, avviata indagine su sei medici

I pm di Palmi vogliono fare piena luce sul decesso di Maurizio Frana, notificato l'avviso di garanzia a tre sanitari di Polistena e tre di Reggio Calabria

Un reparto di rianimazione

La Procura della Repubblica di Palmi ha disposto l’esumazione del corpo di Maurizio Frana, di 51 anni, morto il 29 dicembre scorso nel pronto soccorso dell’ospedale di Reggio Calabria disponendo altresì l’autopsia – effettuata ieri – e notificando un avviso di garanzia a sei medici, 3 dell’ospedale di Polistena e 3 di quello di Reggio Calabria, con l’ipotesi di omicidio colposo. Provvedimento necessario per consentire loro di nominare propri consulenti.

La decisione della Procura di ordinare l’esumazione e l’autopsia nasce dalla necessità, scrive il pm nel decreto di esumazione-estumulazione, al fine di accertare le cause del decesso "nonché la sussistenza di eventuali responsabilità penali causalmente ricollegabili al decesso, essendo emersi dagli atti del procedimento, gravi indizi di reato in ordine alle ipotesi delittuose indicate".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trattato come sospetto Covid e muore, avviata indagine su sei medici

ReggioToday è in caricamento