rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Caos patrimonio edilizio, Ripepi: "Si garantisca il diritto alla casa"

Il segretario provinciale di Italia al Centro per Reggio Calabria: "La risoluzione approvata in Consiglio sia immediatamente esecutiva"

"Tanti anni sono passati ed il patrimonio edilizio del Comune di Reggio Calabria è sempre al palo. Tutto paralizzato e tantissime famiglie che non possono usufruire del sacrosanto diritto alla casa. La motivazione è banalmente semplice: l’Amministrazione ha deciso di non spendere i soldi vincolati e destinati alla manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio edilizio comunale", è quanto dichiara Massimo Ripepi, segretario provinciale di Italia al Centro per Reggio Calabria.

“Ho presentato - aggiunge Ripepi - nell’ultimo Consiglio comunale, un emendamento per spendere immediatamente queste somme e riattivare il moribondo settore che oggi più che mai necessita di urgenti interventi risolutivi.  I cittadini, specialmente i più deboli e bisognosi, non possono più attendere. Ringrazio tutti i consiglieri di maggioranza e di opposizione per aver approvato all’unanimità la risoluzione che stimola il settore a spendere immediatamente questi fondi vincolati.

Grazie all’approvazione dell’importante risoluzione ci auguriamo di poter verificare l'uso delle quote, provenienti dal patrimonio edilizio comunale che deve essere sempre programmatico e funzionale allo sviluppo del settore, e controllare l'intero iter relativo all'uso del denaro pubblico in questione. 

I punti chiave dell'atto di raccomandazione, scaturito a seguito della discussione,  evidenziano ulteriormente che sussiste un vincolo di destinazione alla manutenzione ordinaria e straordinaria dei proventi delle case popolari secondo norma di legge e per le quali urge quantificarne l'ammontare. 

E' già in corso - continua il segretario provinciale - il costante monitoraggio da parte nostra, nella speranza di portare avanti la collaborazione trasparente con gli organi deputati. Dunque, a seguito dell'approvazione del
bilancio previsionale 2022-2024, auspichiamo un impegno immediato di questi proventi a favore della nostra edilizia pubblica".

Ripepi è fermamente convinto che: "Non possiamo più lasciare indietro i nostri cittadini e noi, per primi, rendendo operativo presso la Commissione controllo e garanzia il focus sui servizi essenziali, altra iniziativa presa in carico, siamo pronti a confrontarci, ascoltare e dare risposte ai reggini, senza fare più retorica".

"Vogliamo essere una riferimento istituzionale - conclude Ripepi - attraverso cui possa generarsi senso civico, interesse comune e servizio alla cittadinanza. I fatti concreti per il miglioramento della qualità della vita comune, devono rappresentare il vero baluardo della politica locale, grazie al supporto di tutti gli uffici e al desiderio di efficienza di tutta l'amministrazione comunale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos patrimonio edilizio, Ripepi: "Si garantisca il diritto alla casa"

ReggioToday è in caricamento