rotate-mobile
Domenica, 7 Agosto 2022
Cronaca

"Si rischiano ingenti danni economici": Confindustria e Ance bocciano il Psc

I presidenti Vecchio e Siclari inviano una lettera all'Amministrazione Falcomatà e chiedono un incontro urgente per discutere delle problematiche legate allo strumento urbanistico

Un Piano strutturale comunale, che secondo i costruttori reggini, creerà non pochi problemi all'economia della città. Per un bisogno di chiarezza e per far capire l'inedeguatezza dello strumento urbanistico, Domenico Vecchio, presidente di Confindustria e Francesco Siclari, presidente di Ance Reggio Calabria, hanno inviato una lettera al sindaco Giuseppe Falcomatà, all’assessore Mariangela Cama, al responsabile del procedimento, Alberto Di Mare, al direttore generale, Giuseppe Putortì e per conoscenza ai partecipanri della conferenza di pianificazione al Psc di Reggio Calabria.

"Segnaliamo l’esigenza - scrivono Vecchio e Siclari - di provvedere con particolare tempestività alla valutazione di provvedimenti urgenti tesi a scongiurare le gravissime criticità sorte in seguito all’adozione del Piano di che trattasi e con particolare riferimento all’entrata in vigore delle norme di salvaguardia che rischiano prima facie di ingenerare un blocco potenziale di oltre 1.000 pregresse pratiche edilizie in istruttoria anche da anni presso gli uffici competenti di codesto spettabile Comune.

Tali problematiche, insieme con le ulteriori pure ipotizzabili in relazione all’adozione del PSC in oggetto, giunto peraltro all’attenzione di questa Associazione apparentemente senza una adeguata condivisione con gli stakeholder territorialmente competenti, rischiano di produrre ingenti danni economici alla collettività nonché alla base imprenditoriale rappresentata dalle scriventi oltre che effetti potenzialmente lesivi di diritti fondamentali dei cittadini". 

La richiesta di un incontro urgente

Confindistria e Ance evidenziano che "attesa la gravità ed importanza degli elementi di crisi rilevati, con riferimento allo specifico settore dell’edilizia e più diffusamente all’intero sistema economico metropolitano, alla ricerca di soluzioni condivise e praticabili atte a scongiurare effetti di particolare negatività per il locale sistema imprenditoriale e del lavoro, già in forte affanno, siamo a chiedere un incontro urgente con una nostra delegazione congiunta per discutere delle problematiche di cui sopra e trovare soluzioni per una più adeguata e sostenibile adozione ed approvazione del PSC di Reggio Calabria, la cui natura strategica, se correttamente implementata, potrebbe già questa consentire di riavviare dinamiche di ripresa economica e sociale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si rischiano ingenti danni economici": Confindustria e Ance bocciano il Psc

ReggioToday è in caricamento