Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cittadini in piazza contro il porta a porta: idee e progetti per fronteggiare l'emergenza |VIDEO

Daniela Spinola, una delle organizzatrici, ha tracciato durante il sit-in il punto di tutte le iniziative messe in campo

 

Un gruppo di cittadini è tornato in piazza, dopo la manifestazione di qualche mese fa, per continuare a esprimere il forte dissenso alla raccolta dei rifiuti, adottata a Reggio che secondo gli organizzatori ha privato la città del decoro e i reggini della serenità. 

All'iniziativa, promossa dal Comitato spontaneo No alla raccolta porta a porta, insieme all’Associazione Circolo VitAmbiente di Reggio Calabria, hanno preso parte anche il Comitato permanente Vallata Gallico e l'Associazione Sbarre per Sempre e Cittadini per il cambiamento.

Gli organizzatori hanno voluto incontrare la cittadinanza per fare il punto di tutte le iniziative, messe in campo per fronteggiare il caso rifiuti e soprattutto per presentare un progetto, che con le sue potenzialità, potrebbe essere un valido e concreto aiuto all'emergenza ambientale che Reggio continua a vivere e sopportare.

"Abbiamo incontrato il sindaco - dice Daniela Spinola, una delle organizzatrici della manifestazione - che ci ha spiegato l'importanza di differenziare. Non siamo contro la differianzata ma contro il metodo e per questo motivo abbiamo chiesto all'Amministrazione di
passare dal sistema porta a porta con i mastelli alle isole ecologiche di quariere, in maniera tale che i cittadini possano far confluire i rifiuti con una tessera sanitaria e che le isole siano videosorvegliate per evitare che gli evasori possano gettare i rifiuti al di fuori del cassonetto".

Gli organizzatori, per poter attuare le loro idee e i loro progetti, per poter andare avanti in questa battaglia, hanno bisogno del supporto della cittadinanza che, purtroppo, questa mattina, non ha affollato la piazza.  

"Abbiamo presentato - ha concluso Daniela Spinola - inoltre uno dei progetti che sosteniamo, quello di introdurre in ogni scuola, in ogni ufficio, nei centri commerciali piu importanti, le macchinette mangia plastica e mangia lattine che rilascino poi un ticket da poter scontare in spesa o direttamente nella tassa Tari".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ReggioToday è in caricamento