rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
La denuncia / Centro / Piazza Sant'Agostino

Piazza S. Agostino, il comitato: "Un grave errore l’apertura del bar automatico"

"Come in passato si chiede un nuovo incontro alla questura e, ove necessario, alla prefettura per un intensificarsi di presenze e controlli". Una richiesta anche al Comune di Reggio Calabria

"Dopo qualche mese di relativa tranquillità, grazie soprattutto alla dedizione degli addetti alla nettezza e igiene urbana, e ad alcuni frequentatori di piazza e chiesa omonima, che hanno volontaristicamente preso a decespugliare e curare le aiuole, rendendo quanto meno più difficile il loro trasformarsi in microdiscariche e gabinetti pubblici, da qualche settimana in piazza sono riapparsi gravi problemi e disagi, soprattutto nelle ore serali e notturne".

La segnalazione arriva dal Comitato Piazza Sant'Agostino. "Questa volta una delle principali, se non l’unica causa del degrado è facilmente individuabile: da circa un paio di mesi infatti è stato autorizzato e quindi aperto un bar automatico H24, in via S. Francesco da Paola all’altezza del centro piazza, in cui si vendono tra l'altro alcolici, come birra superalcool.

Effetto di questo sono assembramenti, appunto nelle ore serali e notturne, di avventori spesso brilli o alticci, che danno luogo spesso a schiamazzi e risse, con rottura di bottiglie e disseminazioni di vetri rotti su superfici che spesso ricoprono l’intera aparte bassa della piazza stessa, oltre che la pedana di scorrimento viario.

Tra l’altro tali concentrazioni di gente quanto meno alterata attirano anche altre presenza sconvenienti, quali quelle di venditori di sostanze stupefacenti, che erano finalmente spariti da diverso tempo. O il fermarsi in piazza quelle persone che già vi trascorrono quasi tutta la giornata, spesso ingerendo già bevande alcoliche, e quindi sono già agitate e pronte la sera a “menare qualsiasi grana”, contribuendo non poco al degrado sociale e ai forti disagi di famiglie e cittadini residenti".

"In tale marasma - rincara il comitato - i cittadini abitanti nei dintorni infatti sono costretti a: stare attenti a dove lasciare l’auto per non incappare in ubriachi o alterati o nei grossi cani che spesso li accompagnano; a evitare gli stessi problemi nell’entrare o uscire dal portone di casa eventualmente chiamando le forze dell’ordine; usare simili accorgimenti se si è frequentatori della chiesa nel passare o sostare nei pressi delle entrate della stessa, presso cui spesso permangono i soggetti “alterati” descritti ; tenere chiuse spesso le finestre per evitare i maleodori provenienti dai resti dei bivacchi, compresi i fumi (non solo di sigarette).

Le condizioni già gravi descritte, diventano più rischiose per tutti se si pensa che si va incontro alla stagione estiva, in cui da sempre è tradizione delle famiglie del quartiere trascorrere, in cerca di un po’ di refrigerio, le ore serali in piazza, con familiari di tutte le età, dagli anziani ai bambini.

E non è accettabile che gli stessi siano direttamente o indirettamente insultati da presenze che, in quanto alterate,
diventano minacce e disagi per i normali, usuali, frequentatori dello spazio; che tra l’altro ne hanno determinato la ristrutturazione e tentano di salvaguardarne spazi e strutture".

Per tutto questo il Comitato Piazza S. Agostino denuncia la situazione di grave disagio che si vive oggi in piazza. "Come in passato si chiede un nuovo incontro alla questura e, ove necessario, alla prefettura per un intensificarsi di presenze e controlli. Si chiede anche al Comune di Reggio Calabria di rimediare al problema della presenza del bar automatico con superalcolici (compresa birra rafforzata), con apposita ordinanza restrittitiva di chiusura totale, o almeno parziale (ore serali e notturne ) dell’esercizio in questione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza S. Agostino, il comitato: "Un grave errore l’apertura del bar automatico"

ReggioToday è in caricamento