Il plauso del senatore Siclari al procuratore Bombardieri: "Reggio non è solo 'ndrangheta"

Il senatore di Forza Italia, che sta lavorando ad una legge sulle interdettive, interviene dopo l'intervista rilasciata dal capo della procura a un quotidiano della città

Marco Siclari

"Ho molto apprezzato le dichiarazioni del procuratore Giovanni Bombardieri perché da tempo, con tutti i mezzi a mia disposizione, promuovo la parte bella e sana della Calabria divulgando il messaggio che questa terra non è solo 'ndrangheta, ma è soprattutto rappresentata da una imponente "presenza dello Stato" e dalla maggioranza dei calabresi onesti". Lo ha dichiarato il senatore forzista Marco Siclari commentando le dichiarazioni sulla realtà reggina, rilasciate dal procuratore capo Giovanni Bombardieri ad un quotidiano della città.

"Conosco il potenziale del mio territorio ed il lavoro svolto egregiamente in questi anni dalla magistratura e dagli inquirenti - afferma Siclari - ed ho sentito la responsabilità politica come rappresentante delle istituzioni e dei calabresi, di fare anche io la mia parte presentando due proposte di legge sullo scioglimento dei Comuni e sulla legge Severino e sto lavorando ad una legge sulle interdettive". 

"I politici - spiega ancora il senatore - per svolgere al meglio il proprio compito e per rappresentare bene le istanze del proprio territorio devono confrontarsi con chi lavora sullo stesso territorio in modo diverso ma con obiettivi comuni ed è per questo che chiederò un incontro come senatore del collegio al procuratore Bombardieri. Abbiamo la fortuna di avere il migliore team antimafia d'Italia e questo mi incoraggia a confrontarmi sui temi da lui affrontati pubblicamente condividendo il pensiero che non basta l'opera di repressione e pulizia da parte dello Stato, ma anche è necessario che la politica si impegni a creare le condizioni per lo sviluppo". 

"Occorre attrarre investimenti e investitori che credano nel nostro territorio ma per fare questo occorre che ci sia collaborazione continua che porti al funzionamento impeccabile del sistema Stato con delle leggi che aiutino veramente a non confondere chi lavora onestamente ed in modo trasparente da chi invece maschera altre realtà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla base del lavoro svolto dalla magistratura in Calabria e quindi sulla base di molti riscontri processuali, per Marco Siclari "è fondamentale, adesso, colmare le lacune giuridiche di qualche legge che per com'è strutturata può confondere una realtà imprenditoriale sana con una poco sana (condivido il pensiero di migliorare l'importante legge sull' interdettive). Certamente, si tratta di una materia delicata che si dovrà approfondire e migliorare soltanto con il dialogo istituzionali tra le diverse parti dello Stato che deve essere  finalizzato ad incoraggiare gli imprenditori sani calabresi e non ad investire in Calabria. Il messaggio del dott. Bombardieri entusiasma tutti i politici che ancora credono nel dialogo istituzionale tra le diverse parti, nell'onesta di molti calabresi e nel potenziale del nostro territorio da sfruttare per creare lavoro ed abbattere, così, la 'ndrangheta ".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

  • "Cemetery boss", i nomi degli arrestati: c'è anche il dirigente dei servizi cimiteriali

  • Le mani della 'ndrangheta sul cimitero di Modena e sugli appalti edili in città

Torna su
ReggioToday è in caricamento