"Il suo reparto è una perla di speranza e forza", il primario Ripepi si congratula con il direttore Amodeo

La storia di un intervento a lieto fine arriva dal reparto di cardiologia di Polistena. Una paziente, nonostante la pandemia e le feste di fine anno, è stata assistita in "modo magistrale". La lettera della figlia al primario Enzo Amodeo

Enzo Amodeo

E' una storia di buona sanità e di eccellenza medica quella che arriva dall'ospedale di Polistena, attraverso una lettera di ringraziamento che la dottoressa Mirella Ripepi, primario del reparto della chirurgia pediatrica a Colmar, in Francia, ha inviato al dottor Enzo Amodeo, direttore del reparto di cardiologia dell'ospedale della Piana.

Ecco la lettera integale: 

"Ci tengo a esprimere la mia profonda riconoscenza per aver preso a cuore la salute di mia madre - scrive la dottoressa Ripepi - per averla ricoverata rapidamente in un periodo di crisi Covid-19, restrizioni e feste di fine anno, di averle messo un pacemaker in modo magistrale (come ho constatato personalmente in sala operatoria).

Vorrei sottolineare l’efficienza professionale e la profonda umanità della sua equipe medica e infermieristica. Sono motivati, rispettosi, educati, preparatissimi e uniti e riflettono la sua guida solida, energica e appassionata nella tutela dei pazienti cardiologici. La prego di ringraziarli da parte mia e di elogiarli come meritano, in particolare il caposala".

"Come sa - scrive ancora la dottoressa Ripepi - io sono un chirurgo, primario del reparto della chirurgia pediatrica a Colmar (Francia) e sono colpita dalla qualità della sua direzione dell’Utic. Nonostante l’evidente mancanza di locali, di strumenti e di personale...Rigore e serietà in un ambiente "vellutato!"

Con poco a sua disposizione - si conclude la lettera - è riuscito a portare la cardiologia di Polistena a livelli di eccellenza. Sono certa che la direzione dell’ospedale si renda perfettamente conto che in un territorio disastrato come quello calabrese il suo reparto è una perla di speranza e di forza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aperitivo con oltre 20 persone in un negozio etnico: cinque multe e attività chiusa

  • "Vado a posare il fucile e poi torno", gli attimi seguenti all'omicidio nel racconto del figlio delle vittime

  • Per i Carabinieri ad uccidere i coniugi di Calanna sarebbe stato Francesco Barillà

  • Consumavano in un locale oltre l'orario di apertura: fioccano multe e chiusa l'attività

  • Duplice omicidio di Calanna, arrestato il responsabile della morte dei coniugi Cotroneo

  • Controlli anti Coronavirus, 30 persone in un bar del centro: attività chiusa e sei multe

Torna su
ReggioToday è in caricamento