Tenta di sfuggire ai controlli e con il tir sperona auto della Stradale: arrestato 46enne

L'uomo, senza patente per guidare mezzi pesanti, è stato fermato dopo un lungo inseguimento notturno iniziato sull'autostrada A2 mediterranea e terminato a Locri

Violenza e resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e false dichiarazioni sull'identità e sostituzione di persona. Con queste accuse è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Polistena, un uomo, A.F. di 46 anni, che si è reso protagonista di una spericolata fuga alla guida di un autoarticolato, dopo aver speronato un'auto della polizia stradale.

I fatti

Durante un controllo notturno, una pattuglia di Vibo Valentia ha fermato un autoarticolato sull'autostrada A2 Mediterranea, con alla guida un 46enne di Catania. Restio a collaborare con le autorità, l'uomo è stato invitato a seguire la polizia negli uffici di competenza per verificare identità, posizione lavorativa e regolarità della merce trasportata.

Mentre raggiungevano l'edificio indicato dagli agenti, il catanese ha affiancato, speronato e danneggiato l'autovettura dei poliziotti all'altezza dello svincolo di Sant'Onofrio, mettendo in serio pericolo gli uomini della Questura. 

La collisione è servita al conducente dell'autoarticolato per concretizzare la fuga. Nell'immediato sono scattate le ricerche nei territori sia di Vibo che di Reggio. Il 46enne è stato intercettato sulla Strada di grande collegamento Jonio - Tirreno da una pattuglia di Siderno e dagli agenti di una volante di Polistena.

Fondamentale per le operazioni di ritrovamento la sinergia operativa del  dispositivo di controllo del territorio, integrato dalle pattuglie dei commissariati, della polizia Stradale e dell’Arma dei carabinieri.

Intimato l'Alt, l'uomo non ha rispettato la disposizione, proseguento la sua fuga a grande velocità, ignorando anche il codice stradale all'interno dei centri abitati. Dopo un inseguimento che si è concluso a Locri, l'uomo è stato fermato da un'ulteriore pattuglia.

Una volta perquisito e fotosegnalato, l'uomo è stato arrestato. Le verifiche del caso hanno permesso di scoprire che il catanese non aveva la patente per mezzi pesanti, motivo per il quale potrebbe essere nata la fuga. Su disposizione dell’Autorità giudiziaria competente è strato tradotto in carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attività è stata condotta a stretto contatto con gli operatori dei commissariati delle zone interessate, della polizia stradale di Siderno e Vibo Valentia, oltre al personale delle squadre mobili delle questure di Reggio e Vibo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Mandamento jonico", l'ex sindaco di Roghudi Lorenzo Stelitano ritorna in libertà

  • Festa di Madonna, la processione non si farà: la Sacra Effigie sarà esposta in Cattedrale

  • Incendiata l'auto di un imprenditore, la solidarietà di Confindustria e Ance Reggio

  • Rocco Santo Filippone: il mediatore "un passo sotto Dio" nella gerarchia mafiosa

  • Trovato morto a Roma Rocco Panetta: il giovane gioiosano scomparso a giugno

  • Incidente rotatoria per Motta SG, auto "vola" e sbatte contro un muro: ferito il conducente

Torna su
ReggioToday è in caricamento