rotate-mobile
Cronaca

Polo oncologico Morelli, esempio di buona sanità

La lettera del figlio di un paziente in cura presso la struttura sanitaria reggina: "Infinita gratitudine per la professionalità delle cure a loro prestate"

“Sono il figlio di un paziente che, assieme ad altri, i cui familiari sono in cura presso il polo oncologico dell'ospedale Morelli di Reggio Calabria, desiderano esprimere la loro completa riconoscenza alla dirigenza, a tutto lo staff medico e paramedico che si prende cura dei loro cari, seriamente ammalati”.

Inizia così la lettera di Dario De Pol, una missiva con la quale si vuole mettere in risalto la buona sanità che a Reggio Calabria esiste. “Ci tocca esprimere - si legge nella lettera - un’infinita gratitudine per la professionalità delle cure a loro prestate, l'affetto e il senso di familiarità ricevuti. È doveroso da parte nostra riconoscere l'attenzione data nelle cure di ogni singolo.

Non sottovalutiamo, inoltre, la comodità di poter raggiungere quotidianamente il polo oncologico per le cure necessarie, senza dover vivere le difficoltà fisiche ed economiche a cui i malati oncologici, prima di questa possibilità, erano sottoposti per anni con i viaggi della speranza”. "Auspichiamo che per il futuro - si legge infine - le istituzioni apprezzino, sempre di più, in maniera tangibile, questa utilità e benessere per gli ammalati”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polo oncologico Morelli, esempio di buona sanità

ReggioToday è in caricamento