rotate-mobile
L'annuncio

Ponte, Salvini marcia spedito: "Governo vuole posare prima pietra"

Il ministro delle Infrastrutture in conferenza stampa: "Chiederemo cofinanziamento europeo"

"In questa manovra impegni a costo zero come la riattivazione della società Stretto di Messina: chiederò a Bruxelles che il corridoio strategico che include il Ponte sullo Stretto abbia un cofinanziamento europeo”.

Il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini marcia spedito sul percorso tracciato in campagna elettorale che, nelle idee del leader della Lega, dovrebbe portare alla realizzazione di un’opera infrastrutturale di cui si parla da decenni.

"Fanno piacere - ha detto Salvini durante la conferenza stampa convocata per spiegare gli interventi stabiliti dal Consiglio dei ministri nella riunione di ieri - gli attestati di gioia arrivati questa mattina per il riavvio di un percorso che comincia 54 anni fa e già costato centinaia di milioni senza aver posato una pietra”.

“Questo - conclude - è il governo che ha l'intenzione di posare la prima pietra" del Ponte”. Durante il Consiglio dei ministri di ieri, infine, il ministero dell’Economia e delle finanze aveva annunciato la la riattivazione della società Stretto di Messina spa attualmente in liquidazione.

Matteo Salvini

Nei giorni scorsi, sulla questione era ritornato anche il presidente della giunta regionale Roberto Occhiuto. "Il Ponte - ha detto Occhiuto - è una priorità nella misura in cui, soprattutto per la mia Regione, rappresenterà l'apripista per tante altre infrastrutture strategiche e non più rinviabili. Anni fa ci fu un'alzata di scudi contro l'Autostrada del Sole, perché si diceva che sarebbe stata inutile senza altre direttrici di collegamento. E invece si rivelò un incentivo per costruire nuove strade in tutta Italia. Ecco, il Ponte dovrà essere un acceleratore per aprire tanti nuovi cantieri e per diminuire il divario infrastrutturale tra il Mezzogiorno e il resto del Paese".

"Per noi è fondamentale il rifacimento della Strada Statale Jonica - ha concluso il presidente della giunta regionale -, proprio in questi giorni ho un dialogo serrato con il governo - con il sottosegretario Mantovano e con i ministri Glorgetti e Salvini - per avere una legge speciale che possa finanziare in modo strutturale e pluriennale questa grande opera. Sono fiducioso in questa operazione, proprio in virtù del ragionamento che le facevo pocanzi. E il passo successivo, anche grazie al Ponte sullo Stretto, dovrà essere quello di portare l'Alta velocità ferroviaria tanto in Calabria quanto in Sicilia: due Regioni che insieme hanno quasi sette milioni dl abitanti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte, Salvini marcia spedito: "Governo vuole posare prima pietra"

ReggioToday è in caricamento