rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Lavoro / Careri

Poste Italiane, a soli 24 anni è direttrice dell'ufficio di Careri

Rossella Cirillo è la dipendente più giovane della Calabria con un incarico di responsabilità

E' la dipendente più giovane della Calabria di Poste Italiane a ricoprire un incarico di responsabilità. Rossella Cirillo, 24 anni appena è già responsabile Ufficio postale di Careri, in provincia di Reggio Calabria. Da pochi mesi, a giugno scorso, è entrata a far parte della famiglia di Poste. Laureata all’Università della Calabria a Cosenza, vive a Feroleto della Chiesa. 


Come inizio il suo percorso formativo e di selezione in Poste Italiane?
“Alla fine del mio percorso di studi, dicembre 2020, come tutti gli ex- studenti che vogliono entrare nel mondo del lavoro, ho iniziato a inviare candidature per i ruoli che consideravo idonei per me e per la mia formazione. Prima di allora non avevo mai svolto un'attività lavorativa, mi sono ritrovata catapultata in un mondo nuovo, con tanta voglia di fare e tanta determinazione: ammetto che non è stato semplice. Il recruting day di Poste è stato l’inizio del mio iter selettivo in azienda. Quando mi hanno comunicato che avevo passato test e colloqui è stato bellissimo, ero in una fase particolare in cui non avevo certezze sul futuro, così come la maggior parte dei miei coetanei. Inutile dire, che in un periodo in cui il contesto lavorativo nazionale e ancor di più quello meridionale è fortemente instabile, mi sento davvero fortunata”

Come il contratto a tempo indeterminato ha cambiato i tuoi progetti di vita?
“Naturalmente, questo, per me è solo l'inizio. Ciò che desidero al momento è imparare più cose possibili, attingendo dalle conoscenze, esperienze e professionalità dei/delle colleghi/e che pian piano sto incontrando lungo il mio percorso e in questo devo ammettere che non potevo scegliere azienda e filiale migliore. Ormai, Poste Italiane, sta diventando per me una seconda famiglia. Sono stati dei mesi per me sorprendenti, sia dal punto di vista umano che formativo - professionale".

Come è stato l’impatto con la clientela dell’ufficio postale e cosa ti aspetti dal tuo percorso lavorativo in termini di formazione e crescita?

“La mia sede di lavoro è Careri, un piccolo comune di circa 2000 abitanti, qui, oltre ad essere Operatore di Sportello ricopro la figura di Direttrice, non ho particolari aneddoti da raccontare, ma ciò che mi ha stupito sin dall'inizio è la visione che la comunità locale ha, ancora oggi, dell'impiegato di Poste Italiane, ossia una persona di famiglia, da coccolare. Ho avuto un'accoglienza fantastica. È stato interessante vedere lo stupore con cui mi guardano alcuni clienti dopo aver scoperto la mia età, capisco in effetti, che non è così frequente incontrare una ragazza così giovane che ricoprire un ruolo così importante. Spesso i più anziani mi chiedono una mano, incuriositi, dalla moltitudine di servizi digitali che offriamo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste Italiane, a soli 24 anni è direttrice dell'ufficio di Careri

ReggioToday è in caricamento