Cronaca Centro / Via Nazionale, 66

"Poche risorse e sicurezza a rischio": a piazza Italia la protesta del sindacato di polizia Coisp

Manifestazioni in tutte le città italiane. Una delegazione del Coisp di Reggio è stata ricevuta in Prefettura dal capo di gabinetto Patrizia Adorno che ha ascoltato le criticità dei poliziotti

La protesta del Coisp

Questa mattina, una delegazione del Coisp così, come in altre città italiane, ha manifestato davanti alla Prefettura il proprio dissenso verso l’attenzione che questo governo ha inteso dare ai poliziotti. Come sintetizza Emilio Musacchio, segretario provinciale del sindacato, nella serata del 23 ottobre scorso, si è concluso un incontro con il presidente del Consiglio e
le organizzazioni sindacali della polizia di Stato. Dalla riunione, presente una delegazione del Coisp della segreteria nazionale, è emerso che gli stanziamenti che il Governo ha inteso riservare ai poliziotti non sono certamente corrispondenti alle legittime aspettative. 

Il rinnovo contratto nazionale di lavoro triennio 2019/2021 ha previsto circa 600 milioni di euro di stanziamento a regime nel 2021, si consideri che l’articolo 36, D.P.R. 15 marzo 2018, n. 39, di 'Recepimento dell’accordo sindacale e del provvedimento di concertazione per il personale non dirigente delle Forze di polizia ad ordinamento civile e militare 'Triennio normativo ed economico 2016-2018", ha previsto uno stanziamento per il triennio 2016-2018 di circa 546 milioni di euro, possiamo prevedere sostanzialmente gli stessi aumenti dell’ultimo contratto collettivo, che noi abbiamo definito vergognoso, ovvero circa 40 euro mensili, non sarà quindi possibile incrementare neanche di 1 centesimo le indennità accessorie (ad esempio indennità di servizio esterno e di ordine pubblico bloccate da 17 anni) e neppure dell’importo già estremamente esiguo percepito per ogni ora di lavoro straordinario effettuata. 

"Si consideri - afferma Musacchio - che per il lavoro straordinario eccedente il monte ore mensile è stato garantito il pagamento del solo straordinario in esubero effettuato da maggio a dicembre 2018, mentre non ci sono stanziamenti per il pagamento di quello effettuato dal 1 gennaio 2019 fino ad oggi, che sia sta continuando ad accumulare, per il quale sarà necessario attendere ulteriori determinazioni. Considerando che in una realtà cittadina come Reggio Calabria, per garantire il servizio spesso i dipendenti con spirito di sacrificio effettuano anche doppi turni di lavoro".

Relativamente al riordino delle carriere il segretario afferma che "sono previsti circa 60 milioni di euro a titolo di integrazione di stanziamento. Va precisato che questo serve esclusivamente a coprire le risorse che sono state sottratte per effettuare l’irrisorio aumento dell’assegno di funzione ai ruoli di base. Non sono state previste risorse da destinare all’equipaggiamento, così come non sono state previste risorse economiche per l’area negoziale autonoma per i dirigenti della polizia di Stato.

Per tutti questi motivi il sindacato chiede al Governo: l’introduzione di leggi che non consentano di restare impuniti a chi aggredisce, offende o minaccia gli appartenenti alle forze di polizia; l’adozione di idonei correttivi legislativi che rendano certa l’espiazione della pena impedendo ai criminali già condannati in via definitiva di continuare a delinquere; lo stanziamento di idonee risorse economiche per rinnovare il Contratto nazionale di lavoro del personale delle forze di polizia in misura che consenta di recuperare il potere di acquisto che gli stipendi dei Poliziotti hanno perso in dieci anni di blocco degli aumenti contrattuali; idonei stanziamenti per correggere il riordino delle carriere per migliorare l’efficienza e l’efficacia organizzativa delle forze di polizia; lo stanziamento di adeguate risorse economiche per l’equipaggiamento dei poliziotti al fine di tutelarne l’incolumità in maniera quanto più possibile efficace; lo stanziamento immediato di risorse economiche per pagare il lavoro straordinario che i ooliziotti sono stati costretti a fare da maggio 2018 ad oggi; il finanziamento dell’Area negoziale dirigenziale per riconoscere la giusta importanza a chi ha la responsabilità di gestire l’ordine e la sicurezza pubblica.

Lo stesso segretario ha lanciato nei giorni addietro un hashtag #nonlasciatecisoli nell’ottica di non essere abbandonati dalla politica e dalla cittadinanza. Questa mattina, una delegazione del Coisp è stata ricevuta dal capo di gabinetto del prefetto, dottoressa Patrizia Adorno che ha ascoltato le problematiche che attanagliano gli operatori del settore sicurezza per farsi portavoce delle criticità al Governo centrale attraverso il prefetto Massimo Mariani.

Alla manifestazione ha preso parte il presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e il sindaco di Sant’Eufemia Domenico Creazzo, che ha solidarizzato con l'organizzazione sindacale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Poche risorse e sicurezza a rischio": a piazza Italia la protesta del sindacato di polizia Coisp

ReggioToday è in caricamento