Sabato, 20 Luglio 2024
Il riconoscimento

Incontriamoci Sempre: successo per il Premio internazionale di poesia

La premiazione è stata preceduta dalla nomina della poesia vincente e dalla recinzione stilata dalla commissione tutta al femminile

Una serata ricca di suggestione empatica, dove versi dialettali e il lingua italiana hanno animato la tredicesima edizione del premio internazionale Incontriamoci Sempre dedicata al poeta marinaro Ettore Pensabene.

Il figlio Luciano Pensabene ne parla con quel rispetto e con quell’emozione e quella devozione che solo un figlio può esprimere, la sua voce talvolta roca narra del papà orfano in tenera età che solca i mari del sud, circumnaviga il canale di Suez per poi fermarsi nello stretto di Messina.  

Ettore, continua il figlio che si adesso padre, da autodidatta, fonda teatri e compagnie formando generazione di attori, recita con grandi attori e prende parte a diverse trasmissione radiofoniche e sceneggiati Rai. Essendo una persona poliedrica come pittore espone le sue tele in varie gallerie.

Le sue opere di poesia e le opere teatrali, continua con un suono orgoglioso ma piena di umanità,  sono raccolte in Miti, Riti e Maschere 1985-2015, Opere scelte 2018 YCP edizioni. Collabora con il nascente Blu Sky cabaret, favorendo la nascita del Teatro 3 Valli.

Trasforma con alcuni soci la cooperativa Polis Cultura in una matrice politica ben definita con il mensile Il Torchio curato dalla sezione Pci dell’ottava circoscrizione. Ettore, era un figlio del popolo un seguace di Gramsci,  Majakovskij e Pasolini, da meridionalista  era convinto che il riscatto delle masse dovesse passare attraverso lo studio, la cultura e l’impegno civile e politico militante.

Ci lascia un’eredità enorme con tantissime testimonianze è proprio Elena Festa elemento della commissione del premio allieva di Ettore Pensabene con Nino Cotroneo danno affermazione del suo operato ricordando quei tempi in cui allievi li spronava a recitare su palchi a loro ancora sconosciuti acquisendo quelle tecniche cui oggi sono padroni.

Ospiti della serata la dott.ssa Rosa Versace che ha voluto dare un contributo alla manifestazione ricordando gli scopi propedeutici della cerimonia elogiando l’associazione Incontriamoci Sempre per il suo impegno culturale, sociale, teatrale. Erano presenti, inoltre, al premio la pittrice Elena Canale con una sua pregiata tela consegnata a uno dei vincitori, Santo Forti di Attinà Forti con i suoi prodotti che sono stati distribuiti ai vincitori dei vari premi, Vincenzo Ferraro ceramista di Seminara  che con le sue preziose opere hanno contribuito alla premiazione dei vincitori della tredicesima edizione di poesia sia in dialetto che in lingua italiana.

La premiazione è stata preceduta dalla nomina della poesia vincente, dalla recinzione stilata dalla commissione tutta al femminile Elena Festa, Immacolata Cassalia, Raffaella Imbriaco, Rossana Rossomando. I poeti che si sono alternati all’evento hanno lasciato un’arte poetica  di odi e ritmi nella variazione d’intensità di ogni brano composto, una melodia cruciforme che inebriava l’emotività, un racconto di una terra, dove natura, tradizione intreccia ricorsi, sentimenti forti, ferite ancora aperte, luoghi da attraversare ed epoche vissute o da vivere.

La splendida serata è finita con il taglio di una gustosa torta del Dolce Capriccio di Pino e Melina Sarica, un grande buffe  con vini e liquori dei sponsor ma soprattutto a gran voce s’è voluto che il 14esimo premio avrà l’intestazione Ettore Pensabene e non Incontriamoci Sempre affinchè questo nostro figlio rimanga sempre nel nostro vivere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incontriamoci Sempre: successo per il Premio internazionale di poesia
ReggioToday è in caricamento