Cronaca

"La Fine del Mondo – Storia di un piegato": il nuovo romanzo di Carullo

Il libro del giornalista reggino che uscirà venerdì 29 luglio, edito da Leonida, sarà disponibile presso i gazebo di esposizione in occasione dello Xenia Book Fair, la Fiera nazionale del libro all’aperto di Reggio Calabria

La copertina del libro e l'autore

"La Fine del Mondo – Storia di un piegato", è il titolo del secondo romanzo del giornalista reggino Simeone Carullo. Il libro che uscirà venerdì 29 luglio, edito da Leonida, sarà disponibile presso i gazebo di esposizione in occasione dello Xenia Book Fair, la Fiera Nazionale del Libro all’aperto di Reggio Calabria, che avrà luogo sul lungomare Falcomatà dal 29 luglio al 1° agosto, nella quale lo stesso autore interverrà in qualità di ospite.

Dopo la kermesse letteraria, il libro sarà distribuito attraverso le principali piattaforme online (Feltrinelli, IBS, ecc.) e presso le librerie del circuito distributivo della “Leonida Edizioni”. Inoltre, è già possibile prenotarlo sul sito della casa editrice www.editrice-leonida.com.

Il romanzo narra la storia di una coppia in crisi profonda, in un contesto pseudodistopico, per la decisione (di lei) di avere un bambino. Il desiderio di maternità della sua compagna pone il protagonista, “Ernest”, di fronte ad un dubbio amletico (come ama definirlo): “in un mondo spinto a tavoletta verso la rovina ha ancora senso concepire un figlio?” Come si sa, al bivio ci si dilania … e “Ernest” si trova proprio al famigerato bivio, combattuto tra la tenerezza e la razionalità, a sperimentare tutta la gamma delle emozioni che “l’incontro con i noi stessi del futuro” suscita.

Nello svolgersi avvincente degli eventi l’autore ci conduce, con un linguaggio brutalmente colloquiale e francamente scurrile, dentro il turbinio di pensieri e contrastanti passioni. Metronomi di questi sono le numerose citazioni (di film e romanzi) che ne scandiscono umori e tempi e rivelano strutture e sovrastrutture di una mente.

Circondato da personaggi eccentrici - la vecchia strabica, il buon Baldo e la “DirettriceMegaGalattica” - Ernest, che dapprima subisce, sopporta e si tradisce, ingaggia una strenua lotta il cui campo di battaglia è la sua coscienza. E lì elabora reazioni e risposte che saziano solo la paura che lo inchioda e che lo snerva. Ma sarà “la fine del mondo”?
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La Fine del Mondo – Storia di un piegato": il nuovo romanzo di Carullo

ReggioToday è in caricamento