rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Verso Ferragosto

Primo week end da bollino rosso, spiagge del Reggino sold out

Inizio ufficiale delle ferie con pienone a Scilla, Bagnara e Palmi, traffico senza problemi sulle strade ma con l'isteria del parcheggio

E' andato benissimo per le mete turistiche reggine il primo weekend da "bollino rosso". La tradizione prova generale di Ferragosto ha fatto registrare un pienone di presenze nelle nostre località balneari, graziate dal sole nelle stesse ore in cui altre zone della Calabria subivano i classici temporali estivi del fine settimana.

Pioggia e in alcuni casi grandine hanno penalizzato gli altri itinerari calabresi, soprattutto nel Cosentino, ma nella provincia reggina è continuato il picco di caldo (sabato scorso la giornata più critica) che incentiva la fuga al mare. Prese d'assalto una Scilla sold out, Bagnara e Palmi, dove ieri per guadagnare un ombrellone nei lidi più frequentati i bagnanti sono stati costretti a una gara di velocità arrivando sul posto la mattina presto, in orario di apertura delle strutture e trovando ugualmente occupate le ambite prime file.

Hanno lavorato a ritmo folle anche i parcheggi privati per contenere l'invasione delle auto nella tradizionale isteria dei giri infiniti per abbandonare il volante e gli abitacoli roventi e godersi finalmente un bagno. Ma anche questo è agosto e la provincia reggina, quanto a costi del parking resta sostenibile rispetto ad altri territori turistici dove il villeggiante subisce una vera e propria stangata - in Calabria da quest'estate rientra nel trend anche Tropea con un ticket giornaliero salatissimo.

Il traffico sulle strade

Sulle strade la situazione è stata come nelle previsioni, con traffico intenso ma senza problemi sulla A2, sulla statale 1906 jonica e la Ss 18 tirrenica. A Villa San Giovanni qualche prevedibile criticità in più ha creato l'imbarco dei traghetti per la Sicilia, sempre gettonatissima dai turisti e che ha determinato attese di oltre un'ora, nonostante la società Caronte & Tourist, proprio in considerazione del periodo da qualche settimana ha aggiunto nuove partenze (la cui esistenza si scopre però solo sul posto, poiché il sito non è stato ancora aggiornato). 

La Calabria e la provincia di Reggio su Vanity Fair

La Sicilia, è vero, ci fa concorrenza spietata giocando anche in casa, nella nostra terra di attraversamento. Ma per invogliare il turista arrivato qui solo per traghettare e convincerlo a fermarsi, dopo il Times, un aiuto è giunto in questi giorni dalla popolare rivista Vanity Fair, che ha stilato un elenco di 11 cose da fare assolutamente in Calabria.

In questa lista di paesaggi ed esperienze, la provincia di Reggio fa la parte del leone. Nel servizio di Vanity, incentrato sulla ricerca di luoghi selvaggi e insoliti, a sorpresa si snobbano le celebri Tropea e Scilla (già note al turismo internazionale) e si propongono invece, tra gli altri, la Tonnara di Palmi, il lungomare reggino, il borgo di Pentedattilo, il tragitto coast to coast jonico guidando verso Sud da Reggio a Palizzi e poi risalendo fino a Roccella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo week end da bollino rosso, spiagge del Reggino sold out

ReggioToday è in caricamento