rotate-mobile
Giudiziaria

Processo presunti brogli elettorali: udienza rinviata al 31 gennaio

Tra gli indagati figurano Antonino Castorina, ex capogruppo del Pd ed attuale consigliere comunale, e Demetrio Delfino (Democratici progressisti), attuale assessore alle politiche sociali

E' stata rinviata a martedì 31 gennaio l'udienza preliminare in merito al processo sui presunti brogli alle elezioni comunali di Reggio Calabria del settembre 2020, vinte dal sindaco uscente Giuseppe Falcomatà, sostenuto dal centrosinistra.

E' quanto ha stabilito oggi il gup del tribunale reggino per consentire ulteriori produzioni documentali delle difese. E' già la seconda volta che l'udienza preliminare, come riporta l'agenzia Dire, viene rinviata con le stesse motivazioni, la prima fu il 6 dicembre dello scorso anno.

Nel procedimento risultano indagati Antonino Castorina, ex capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale ed attuale consigliere comunale, ritenuto dalla Procura "la mente organizzatrice dei presunti brogli elettorali" e Demetrio Delfino (Democratici progressisti), attuale assessore comunale alle politiche sociali, all'epoca dei fatti contestati, presidente del Consiglio comunale.

Quest'ultimo oggi ha preferito essere ascoltato dal gup. Al centro dell'indagine, che coinvolge anche dipendenti comunali e componenti dei seggi elettorali ritenuti compiacenti, vi sono continua la Dire "un centinaio di voti falsi, ossia di persone regolarmente registrate come votanti, al primo turno e al ballottaggio, ma mai recatisi ai seggi, tra questi molti anziani e addirittura 4 persone decedute".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo presunti brogli elettorali: udienza rinviata al 31 gennaio

ReggioToday è in caricamento