rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
In attesa della decisione

"Ndrangheta stragista", corte d'appello in camera di consiglio per decidere su riapertura dibattimento

I colleghi difensivi dei due imputati Rocco Filippone e Giuseppe Graviano non si sono opposti alla richiesta presentata dalla procura generale e sostenuta in aula dal procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo

La Corte d'appello, presieduta da Bruno Muscolo, si è ritirata in camera di consiglio per decidere sulla richiesta di riapertura del dibattimento nel processo di secondo grado alla "Ndrangheta stragista". Lo ha comunicato il presidente Muscolo a pochi minuti dell'avvio dell'udienza odierna e dopo aver registrato la decisine dei collegi difensivi dei due imputati Rocco Santo Filippone, rappresentato dall'avvocato Guido Contestabile, e Giuseppe Graviano, rappresentato dall'avvocato Giuseppe Aloisio e in aula dall'avvocato Di Benedetto, di non opporsi ala richiesta di riapertura dibattimentale presentata dalla procura generale di Reggio Calabria per bocca del procuratore aggiunto Giusepe Lombardo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ndrangheta stragista", corte d'appello in camera di consiglio per decidere su riapertura dibattimento

ReggioToday è in caricamento