rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Verso la sentenza

Processo Ndrangheta stragista, la camera di consiglio si riunisce sabato

In primo grado i due imputati: Giuseppe Graviano e Rocco Santo Filippone, erano stati condannati all'ergastolo

È stata fissata per sabato prossimo, 25 marzo, la camera di consiglio del processo d'appello "'Ndrangheta stragista" che vede imputati a Reggio Calabria il boss di Brancaccio Giuseppe Graviano e Rocco Santo Filippone, presunto affiliato alla cosca Piromalli di Gioia Tauro.

Dopo quasi due anni di udienze, la Corte d'assise d'appello, presieduta da Bruno Muscolo (a latere Giuliana Campagna), potrebbe emettere la sentenza nella stessa serata di sabato.

In primo grado Graviano e Filippone, come scrive l'Ansa, sono stati condannati entrambi all'ergastolo. L'imputazione a loro carico è di duplice omicidio quali presunti mandanti dell'assassinio dei carabinieri Antonino Fava e Vincenzo Garofalo, avvenuto il 18 gennaio del 1994 all'altezza dello svincolo di Scilla dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria.

Un agguato che, secondo il procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Giuseppe Lombardo, che nel processo rappresenta la pubblica accusa, sarebbe da inquadrare nelle cosiddette "stragi continentali" messe in atto da Cosa nostra ed alle quali avrebbero partecipato le cosche calabresi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Ndrangheta stragista, la camera di consiglio si riunisce sabato

ReggioToday è in caricamento