rotate-mobile
L'udienza

Processo Rositani, il procuratore chiede la conferma della condanna di Ciro Russo

Il 20 aprile si terrà la prossima udienza dedicata alle arringhe della difesa dell'imputato e alla sentenza di secondo grado

La conferma piena della sentenza di primo grado inflitta a Ciro Russo. E' stata questa la richiesta avanzata dal procuratore generale  al termine della sua requisitoria nel processo di secondo grado, che si sta tenendo presso la Corte d'appello di Reggio Calabria, contro l'uomo che diede fuoco a Maria Antonietta Rositani. 

Alla sbarra, come dicevamo, c'è Ciro Russo, l'ex marito che il 12 marzo del 2019 tentò di uccidere l’ex moglie, e adesso c'è da stabilire se “fosse capace di intendere e volere". 

rositani2-2

Oggi hanno concluso le arringhe anche gli avvocati che curano la difesa di Maria Antonietta Rositani. Alla prossima udienza, che si terrà il 20 aprile, dopo le arringhe della difesa di Ciro Russo la corte dovrebbe ritirarsi in camera di consiglio per, poi, emettere la sentenza.

La violenza è violenza e basta - ha commentato Carlo Maurizio Rositani, il padre di Maria Antonietta - e non si può lanciare un messaggio sbagliato non si può permettere di uccidere e poi arrampicarsi appellarsi di pazzia per evitare la giusta punizione sarebbe veramente una cosa da pazzi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Rositani, il procuratore chiede la conferma della condanna di Ciro Russo

ReggioToday è in caricamento