Professionista usava pass disabili falso della madre defunta, denunciato dalla polizia locale

La municipale, agli ordini del comandante Salvatore Zucco, ha inoltre denunciato tre persone per occupazione abusiva di immobile pubblico

La polizia locale di Reggio Calabria ha dichiarato guerra ai tesserini disabili contraffatti. Nel giorno dedicato alla memoria dei defunti, gli agenti della Polizia locale hanno "pizzicato" un professionista che circolava con un pass disabili non originale, peraltro intestato alla madre morta. Inevitabile la denuncia per contraffazione di autorizzazione amministrativa e uso di atto falso. Il permesso taroccato è stato sequestrato. 

"Il sequestro - fanno sapere dal comando Macheda-Marino - è già stato convalidato dall'autorità giudiziaria, mentre il tesserino originale è stato ritirato amministrativamente in quanto inutilizzabile". È l'ennesima attività in materia del comando della polizia locale contro un malcostume che rappresenta "un grave vulnus al diritto alla mobilità delle persone più svantaggiate che si vedono soffiare i pochi parcheggi in città a loro riservati da non aventi titolo". 

Sempre nell'ambito dei servizi di controllo la municipale, negli ultimi due giorni, ha deferito tre persone e sequestrato altrettanti immobili di edilizia residenziale pubblica occupati abusivamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Coronavirus, la Calabria resta in zona rossa: nuova ordinanza del ministro Speranza

  • Il pm Musolino boccia i commissariamenti: "Fallimento a tutto tondo"

  • 'Ndrangheta, sigilli alla "Pescheria del viale" e ai conti di Alfonso Molinetti e dei familiari

  • Un malore stronca un anziano sul centralissimo Corso Garibaldi

  • Birre al bergamotto e all’estratto di olive conquistano il palato e fanno bene alla salute

Torna su
ReggioToday è in caricamento