rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Palazzo San

Proroga gazebo, Forza Italia: "Fino al 30 giugno non è una data accettabile"

Per i consiglieri azzurri urge aggiornare il piano urbano del traffico

"Prendiamo  atto favorevolmente della presa di coscienza (era ora!) dell'Amministrazione comunale di non proporre più isole pedonali realizzate senza criterio come i dehors della "via Marina alta",  - scrivono in una nota i consiglieri comunali Antonino Maiolino; Federica Milia, Antonino Caridi e Roberto Vizzari - un lungomare Matteotti trasformato in un susseguirsi di piccole cattedrali nel deserto disconnesse tra loro in un alternarsi no-sense che ha messo in crisi tutte le altre attività del comprensorio oltre alla viabilità del centro storico. Le insistenti proteste dei commercianti e dei cittadini stessi, uniti alle nostre forti e ripetute denunce iniziate l'anno e proseguite fino a non più tardi della settimana scorsa in Commissione attività produttive, adesso finalmente riscuotono risultati".

"Anche se non ammetterà mai apertamente il clamoroso errore, dicendo oggi no alla ripetizione del progetto, l'Amministrazione comunale - continuano - ha comunque indirettamente ammesso che quell'idea così come era stata relizzata è fallimentare. Il Comune ha creato più danno che beneficio, ai commercianti, ai cittadini, ai (pochi) turisti stessi che avrebbe voluto incrementare". 

"A proposito di aree pubbliche deputate alle attività commerciali, in questi giorni è stata adottata la delibera proposta dall'assessore Martino che proroga i gazebo nelle zone ztl permesse grazie agli interventi speciali del Governo nel periodo di pandemia. Ma anche qui c'è una contraddizione. Quella proroga, quella grande possibilità, porta come data di scadenza il 30 giugno 2022, che non è una data accettabile, perché non può dare alcun tipo di certezze ai commercianti per investire nel lungo termine. E anche qui c'è un "SE" grande quanto una casa: se il Put (piano urbano del traffico) del Comune di Reggio Calabria fosse aggiornato, l'Amministrazione oggi avrebbe l'opportunità di prorogare in autonomia quella data per i gazebo, estendendola fino al 31 dicembre 2022. Ma così non può essere, perché il Piano è vecchio del 2008. In 14 anni non ha mai subito modifiche o aggiornamenti. Quindi cogliamo l'occasione, - concludono i consiglieri di opposizione -  per sollecitare con veemenza l'Amministrazione ad intervenire e mettersi a lavoro subito su un nuovo Put, dando una certa autonomia per poter gestire queste dinamiche simili in maniera decisamente diversa e più affine alle esigenze della città. Mentre stando così le cose è solo un'ulteriore limitazione alle azioni pubbliche in favore delle imprese e quindi della città tutta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proroga gazebo, Forza Italia: "Fino al 30 giugno non è una data accettabile"

ReggioToday è in caricamento