rotate-mobile
L'intervista

Raccolta rifiuti, Ecologia Oggi ha presentato ricorso al Tar

Brunetti: "La Teknoservice garantirà la continuità del servizio"

C'è ancora da attendere per mettere la parola fine alla gara per il servizio di raccolta dei rifiuti in città. La querelle a colpi di carta bollata e di ricorsi al Tar tra Ecologia Oggi, Teknoservice e Comune sembra non finire mai. 

A spiegare cosa è successo il sindaco facente funzioni Paolo Brunetti: "Ecologia Oggi aveva trenta giorni di tempo per presentare ricorso al Tar. Un nuovo ricorso rispetto all'assegnazione della Commissione comunale, fatta Il 31 dicembre, quando è stato assegnato il servizio a Teknoservice dopo la riassegnazione del punteggio così  come stabilito della sentenza del Consiglio di Stato che ci chiedeva di rivedere il parametro di equivalenza. Prima dello scadere dei termini, ecco che Ecologia Oggi ha fatto ricorso: il 23 marzo è fissata l'udienza al Tar e da lì si aprirà un nuovo contenzioso tra le due società".

"Nel frattempo il servizio di raccolta rifiuti in città - evidenzia Brunetti - continuerà a farlo la Teknoservice.  Il Comune ha fatto, infatti, l'assegnazione, in via cautelativa, per sei mesi fino a giugno per garantire la continuità del servizio. Poi ci toccherà attendere l'esito del Tar ed eventualmente del Consiglio di Stato. 

Dunque non è dato sapere quanto occorrerà per la firma del contratto con la società che si aggiudicherà, defintivamente, il servizio. A pagare, per la lunga attesa, saranno i cittadini che non potranno vedere ancora attuato il progetto elaborato dal Comune per la raccolta differenziata. Un progetto che - come dice Brunetti: "noi con presunzione, continuiamo a dire che è il migliore in assoluto, essendo stato anche condiviso con il Conai". 

Un ricorso che non arriva inaspettato. Lo dice chiaramente il sindaco facente funzioni che aggiunge: "Sinceramente ce lo aspettavamo perchè un appalto da 120milioni di euro è interessante per qualsiasi società, fermo restando che come dico sempre l'Amministrazione non può tifare nè per l'uno, nè per l'altro. Corre l'obbligo però dire che da quando c'è Teknoservice, da un anno, il servizio è nettamente migliorato e abbiamo riscontrato in questa società, oltre alla serietà, una disponibiltià importante nel risolvere le problematiche mettendo in campouna serie di investimenti, anche in termini di mezzi e di attrezzature". 

"Abbiamo una sfida che è qualle di arrivare al 65% di raccolta differenziata da qui a due anni. I dati di Arpacal del 2021, erano dati che riguardavano il pieno della criticità degli impianti chiusi e ci davano un dato del 21%. Dati informali, elaborati nei nostri uffici, ci dicono che a Reggio abbiamo una raccolta differenziata al 46%. Ovviamente sono dati che ancora devono essere valutati dall'Ispra e validati, ma siamo fiduciosi che ci possa essere riconosciuta gran parte di questa percentuale e stiamo continuando a crescere e ovviamente è èiù difficile arrivare dal 44 al 65% piuttosto che dal 20 al 42% ovviamente però l'impegno si sta vedendo". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta rifiuti, Ecologia Oggi ha presentato ricorso al Tar

ReggioToday è in caricamento