Emergenza rifiuti in città, per Sorgonà l'unica soluzione è ritornare ai cassonetti

Il presidente del comitato Spinoza accoglie con soddisfazione quanto dichiarato dall'assessore Brunetti. Alla raccolta porta a porta si aggiungerà il sistema misto con cassonetti su strada per la differenziata

Rifiuti nelle strade di Mosorrofa

"Come spiegato nei giorni scorsi dall’assessore comunale all’ambiente Paolo Brunetti, a Reggio Calabria cambierà il sistema della raccolta dei rifiuti. La nuova progettualità prevederà sia la raccolta porta a porta, sia il sistema misto con cassonetti su strada per la raccolta differenziata con l’aggiunta di circa 15 ecostazioni sparse per la città".

Il Comitato di Spinoza accoglie con soddisfazione quanto deciso dal Comune, allo stesso tempo però non può "che evidenziare il ritardo che ha portato alla scelta di questo tipo di soluzione". 

"L’attuale sistema di raccolta - afferma Sasha Sorgonà, ideatore di Spinoza - si è rivelato fallimentare. Credo ci sia la necessità di ripensare dalle fondamenta al tema dei rifiuti, non partendo dall’ultimo passaggio, ovvero la raccolta, ma dalla base. Il ritorno ai cassonetti e le isole ecologiche di quartiere appaiono come le soluzioni più logiche, da attuare al più presto".

"Questo era un passaggio di un comunicato pubblicato lo scorso 16 luglio, oramai sei mesi fa, in precedenza -sottolinea  Sorgonà - avevamo già fatto appelli simili all’amministrazione. Adesso è importante non perdere nemmeno un secondo, Reggio Calabria e i suoi cittadini non possono più aspettare. Una volta arrivati i dati del Consorzio nazionale imballaggi, l’amministrazione comunale deve procedere all’elaborazione, la pianificazione e la realizzazione del nuovo sistema di raccolta integrato in tempi celeri.

Con un maggiore ascolto alle proposte e le osservazioni di comitati quali ad esempio Spinoza, il comune avrebbe risparmiato tempo e i reggini non avrebbero visto in tutti questi mesi la città invasa dai rifiuti". Sorgonà ribadisce che continuerà "a vigilare sul tema dei rifiuti e non solo, prestando particolare attenzione alle periferie spesso abbandonate. Rimaniamo pienamente convinti che dal basso e da un sentimento propositivo possano nascere soluzioni ideali per il rilancio del nostro territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aperitivo con oltre 20 persone in un negozio etnico: cinque multe e attività chiusa

  • "Vado a posare il fucile e poi torno", gli attimi seguenti all'omicidio nel racconto del figlio delle vittime

  • Per i Carabinieri ad uccidere i coniugi di Calanna sarebbe stato Francesco Barillà

  • Consumavano in un locale oltre l'orario di apertura: fioccano multe e chiusa l'attività

  • Duplice omicidio di Calanna, arrestato il responsabile della morte dei coniugi Cotroneo

  • Controlli anti Coronavirus, 30 persone in un bar del centro: attività chiusa e sei multe

Torna su
ReggioToday è in caricamento