rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
La raccolta

Raccolta rifiuti, ancora una proroga per la Teknoservice

In attesa della decisione del Consiglio di Stato sul ricorso proposto da Ecologia oggi

La raccolta dei rifiuti in città sarà ancora, sino al 30 settembre, gestita dalla Teknoservice, la società che lo scorso anno a dicembre, subentrò all'Avr avendo vinto un bando di gara ma stoppata da Ecologia oggi, arrivata seconda, poichè fece ricorso.

Così da un anno ormai si attende il verdetto finale, dopo che la quarta sezione del Consiglio di Stato aveva depositato un’ordinanza con cui accoglieva la richiesta cautelare avanzata dal Comune per la sospensione della sentenza con la quale, in primo grado, il Tar di Reggio aveva a sua volta accolto nel merito il ricorso di Ecologia Oggi sull’esito dei lavori della commissione di gara per l’assegnazione dell’appalto da 24 milioni di euro, aggiudicato a Teknoservice, per la raccolta dei rifiuti in città.

Teknoservice, dunque, sino al verdetto del Consiglio di Stato opererà a Reggio per la raccolta dei rifiuti ma ovviamente questa attesa e questa precarietà mette in crisi il sistema che avrebbe dovuto avere un piano più efficiente e che al momento non è stato possibile realizzare. Secondo il bando di gara disposto dal Comune, infatti, il servizio di raccolta della spazzatura era affidato  per i prossimi 4 anni con possibilità di un altro anno di rinnovo e questo aveva fatto sì che la società piemontese progettasse anche una premialità per i cittadini più virtuosi nel differenziare i rifiuti. Ad oggi, dunque, la società piemontese, che ha investito sul territorio credendo nel lavoro da realizzare, comprando anche nuovi macchinari, sta lavorando con continue proroghe.

Non è facile programmare interventi per correggere le problematiche esistenti in città sul fronte della spazzatura se c'è il timore che devi lasciare tutto e "perdere" il lavoro fatto. C'è infatti "il divieto di stipula del contratto di appalto, - come ricorda la determina dirigenziale - il quale sarà firmato subito dopo la piena conoscenza della sentenza di tale organo di giustizia amministrativa, qualora lo stesso accolga l’appello e confermi l’aggiudicazione in favore di Teknoservice Srl".

I cittadini, se in un primo momento erano soddisfatti del lavoro della Teknoservice che stava ripulendo le vie della città, adesso avanzano dubbi e perplessità visto che i rifiuti sono nuovamente nelle strade, non raccolti.

Fino al 30 settembre, dunque, secondo l'ultima determina dirigenziale firmata dall'amministrazione comunale, la società piemontese lavorerà in città. La lunga controversia amministrativa finirà con la sentenza del Consiglio di Stato che si attende a breve, dopo che l'udienza di luglio non è stata decisiva. Una sentenza che probabilmente arriverà dopo le elezioni politiche del 25 settembre e quindi per Reggio l'autunno porterà la certezza di chi dovrà gestire i rifiuti per i prossimi anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta rifiuti, ancora una proroga per la Teknoservice

ReggioToday è in caricamento